Riflessioni Personali Il Potere Clericale e il Potere Politico


 

Ma l’Italia è un paese Laico o Catto-clericale?

 

clero2

 

 

 

Il Potere Clericale e il Potere Politico.

 
Si sa, nella vita la maggior parte delle persone anziché riprendersi ciò che è stato loro sottratto, preferiscono perdersi nei pensieri che alimentano le loro frustrazioni di uomini, uomini questi, che nulla sanno di quanto poco tempo rimane al totale crollo di quella realtà che si sono auto-costruiti, influenzando di fatto anche la vita di tutti quelli che però hanno già capito.
Costoro dedicano il loro tempo alla ricerca di una risposta, alle possibili cause che in un certo modo hanno cambiato la loro realtà, non accorgendosi che cosi facendo, non perverranno a nessuna soluzione di causa.
E’ fin troppo vero che la cultura ci aiuta a capire e dare senso alle nostre idee, a riscoprire quel ragionamento critico oramai ammorbato dalle menzogne dei mass media, senza il quale saremmo solo dei burattini in balia di eventi pianificati altrove e decisi da altri.

 

Eppure è tutto sotto ai nostri occhi, senza cultura non vi è pensiero e senza pensiero non esiste scelta alcuna, tempo fa ho postato un articolo riguardante una delle lettere che Seneca scrisse a Lucilio, in essa si fa riferimento al Tempo, all’uso dello stesso che potremmo fare con maggiore qualità.

 

 

A tal riguardo, ne posto alcune righe:

 

 

“Comportati così, Lucilio mio, rivendica il tuo diritto su te stesso e il tempo che fino ad oggi ti veniva portato via o carpito o andava perduto, raccoglilo e fanne tesoro. Convinciti che è proprio così, come ti scrivo: certi momenti ci vengono portati via, altri sottratti e altri ancora si perdono nel vento. Ma la cosa più vergognosa è perder tempo per negligenza. Pensaci bene: della nostra esistenza buona parte si dilegua nel fare il male, la maggior parte nel non far niente e tutta quanta nell’agire diversamente dal dovuto.
Puoi indicarmi qualcuno che dia un giusto valore al suo tempo e alla sua giornata, che capisca di morire ogni giorno? Ecco il nostro errore: vediamo la morte davanti a noi e invece gran parte di essa è già alle nostre spalle: appartiene alla morte la vita passata. Dunque, Lucilio caro, fai quel che mi scrivi: metti a frutto ogni minuto; sarai meno schiavo del futuro, se ti impadronirai del presente. Tra un rinvio e l’altro la vita se ne va.”

 

 

Detto questo una domanda mi faccio e vorrei farvi, quanti hanno capito ciò che hanno letto? Alcuni, pochi, nessuno? Se nessuno ha capito, perché allora cercare di risvegliare sensibilità assopite o forse mai esistite, se le stesse una volta recuperate, non vengono usate per una giusta causa, quella che serve a tutti noi per poterci liberare da questo “sistema”.
Io penso allora che la cultura, oltre ad agire sulla formazione del nostro pensiero, agisca anche sul nostro carattere facendo venir fuori il vero temperamento, quindi la cultura è l’equivalente di un forte stimolo all’azione, la sotto-cultura al contrario, agisce invece da agente soporifero.

 

In effetti tutta la rassegnazione di cui la massa è impregnata, altro non è che il risultato di una costante e cinica propaganda di regime emanata dai media, in cui quotidianamente ci fanno ascoltare parole svuotate del loro significato come: Speranza, Umanità, Famiglia, Amore, Uomo etc.etc., esse rappresentano le leve su cui far poggiare il nostro asservimento al cattolicesimo e di conseguenza alla politica.

 

clero

Agli inizi del Novecento, un grande Spirito Libero e senza padroni, poco conosciuto alla maggior parte degli intellettuali, dava a queste parole il suo personale significato:

 

 

DOGMI RELIGIOSI – Parto di fantasie malate. Abitacolo di cervelli senili e impotenti. Compagno e confortatore di spiriti rancidi nati alla schiavitù. Cocaina per isterici. Pillola per menti
stitiche chiuse al sapere. Marxismo per cuori rammolliti.

 

UMANITA’ – Parola astratta con senso negativo, gonfia di forza e priva di verità. Maschera
oscena appiccicata sul viso turpe e laido di volgarissimi furbi per dominare il volgo
grossolanamente sentimentale degli idioti e degli imbecilli.

 

ORGANIZZAZIONI SINDACALI – Chiese per impotenti. Monte di pietà per
pidocchi e stracci. Molti vi sono affiliati per vivere parassitariamente alle spalle dei loro
gonzi compagni tesserati. Parecchi per fare la spia. Qualcuno, i più sinceri e credetemi –
poveri ingenui! – per andarsene in galera ad espiare la vergognosa vigliaccheria di tutti. Il
grosso della massa per pagare, sbadigliare ed attendere.

 

AMORE – Frode della carne a danno dello spirito. Malattia d’anima, atrofizzazione del
cervello, sdilinquimento del cuore, corruzione dei sensi, menzogna poetica in cui mi ubriaco
due o tre volte giorno, ferocemente, per poter consumare più presto questa mia cara e
pur così stupida vita. E poi, in fondo, preferisco essere ucciso dall’Amore. È l’unico
farabutto – dopo Giuda – che sappia uccidere ancora con dei baci.

 

Renzo Novatore, assiduo lettore del filosofo Max Stirner, era convinto che la causa del male era il dogma del cattolicesimo, mi verrebbe da dire, combatti la chiesa e vincerai il Potere della politica, ecco, su queste parole vorrei che tutti facessero uso della propria ragione per poter pensare e di conseguenza conoscere la vera causa del soggiogo a cui siamo sottoposti in forma perenne e senza via d’uscita.

 

Fatemi sapere cosa pensate a tal riguardo…..

 

Nico max weber

Annunci

2 pensieri su “Riflessioni Personali Il Potere Clericale e il Potere Politico

..dimmi ciò che pensi.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...