Lylitu Anarchismo


 

Riposto in chiaro un bellissimo e prezioso commento di un’amica blogger sull’anarchismo, un’interessante riflessione personale degna di essere letta.

 

 

 

 

anarco

“Io sono un uomo libero solo in quanto riconosco l’umanità e la libertà di tutti gli uomini che mi circondano.
Rispettando la loro umanità, rispetto la mia”.

M. Bakunin

 

 

 

Anarchismo

 

L’applicazione dell’anarchia presuppone l’anarchismo, un sistema, un mezzo, di cui le parole di Shelley danno un’idea di cosa rappresenta in pratica e quali ideali lo spingono:
“l’uomo d’anima virtuosa non comanda, né obbedisce: potere, come una pestilenza desolante, inquina tutto ciò che tocca, e l’obbedienza, rovina d’ogni genio, virtù, libertà, verità, rende schiavi gli uomini, e della struttura umana, un automa meccanizzato”
La Libertà Individuale signori.
D’altronde, fuori della società, l’individualità, ovvero la reale libertà, è impossibile, in quanto lo sviluppo e la crescita avvengono attraverso il confronto.
Inoltre, tra lo sviluppo individuale e quello sociale, c’è un effetto reciproco: le individualità crescono interiormente e sono formate dall’ambiente della società, e contemporaneamente, l’individuo aiuta a formare e a cambiare aspetti della società tramite azioni e pensieri.
Come indicato da Marshall, “l’anarchismo trovò tradizionalmente i suoi sostenitori principali tra lavoratori e contadini”, però, personalmente, ritengo una forma eccessiva, dilatata, quella espressa dal movimento makhonovista durante la rivoluzione russa, secondo cui “la lotta di classe, creata dalla schiavitù dei lavoratori e le loro aspirazioni di libertà partorì, durante l’oppressione, le idee dell’anarchismo: l’idea della negazione totale del sistema sociale basato sui principi di classe e dello stato, e rimpiazzarli con una società libera non-statale di lavoratori autogestiti.
Cosi, l’anarchismo non deriva da riflessioni astratte di qualche intellettuale o filosofo, ma dalla lotta diretta dei lavoratori contro il capitalismo, dai bisogni e necessità dei lavoratori, dalle aspirazioni di libertà ed uguaglianza, aspirazioni che diventarono particolarmente vive nel miglior momento della vita e lotta delle masse lavoratrici”, non in sé, assolutamente, in quel momento storico è stata proprio questa la strada, quanto nell’applicazione del principio di fondo dell’anarchia nell’attuale realtà storica.
Ed è questo che ci interessa.
Fare. Adesso. Con quello che siamo e abbiamo.
Disquisire in tale sede di commento perché, sotto alcuni aspetti, sarebbe assurdo oltre che controproducente nella società attuale applicare i principi “politici” dell’anarchismo, sarebbe oltremodo fuori luogo; quello che quindi vorrei sottolineare è l’applicabilità perenne ed incondizionata del concetto che per lo sviluppo dell’individuo al massimo delle sue potenzialità, è essenziale creare una società basata su tre principi: libertà, uguaglianza e solidarietà, che sono dipendenti l’uno dall’altro.
La libertà è essenziale per la massima espansione possibile dell’intelligenza, della creatività e della dignità dell’uomo.
Essere dominato da un altro, vuol dire essere privato della possibilità di pensare ed agire per se stesso, che è l’unica strada che conduce alla crescita e sviluppo dell’individualità.
La dominazione blocca anche l’innovazione e la responsabilità personale, creando il conformismo e la mediocrità.
La società anarchica deve necessariamente essere basata sull’associazione volontaria, e non sulla coercizione o l’autorità, per elevare la crescita dell’individualismo al massimo livello.
Citando Proudhon, “tutti associati e tutti liberi.”
Oppure, come disse Galleani, l’anarchismo è “l’autonomia dell’individuo dentro la libertà d’associazione”
Se la libertà è essenziale per uno sviluppo maggiore dell’individualità, allora, è fondamentale l’uguaglianza per l’esistenza di libertà reale, effettiva. Non ci può essere libertà vera in una società gerarchica, dove esistono diversi tipi di classe, piena di divergenze di potere, ricchezza e privilegio. In una tale società, soltanto pochi, alti nella scala gerarchica, sono relativamente liberi, mentre gli altri no.
Senza l’uguaglianza, la libertà è solo una derisione, dove al limite siamo “liberi” di scegliere il nostro padrone.
Anche l’èlite, in queste condizioni, non è veramente libera, perché deve vivere in una società resa brutta e sterile dalla tirannia e dall’alienazione della maggioranza. Siccome l’individuo si sviluppa al suo massimo soltanto con il più ampio contatto con altri individui liberi, i membri dell’èlite sono ristretti nelle loro possibilità di sviluppo, data la scarsità di liberi individui con la quale possono interagire.
Per ultimo, la solidarietà significa mutuo appoggio: lavorare volontariamente ed in collaborazione con altri che condividono gli stessi obiettivi ed interessi.
Ma senza la libertà e l’uguaglianza, la società diventa una piramide di classe in competizione.
In una società tale, come per altro la nostra, esiste il “dominare o essere dominato” e “ognuno per se”. Cosi, “l’individualismo brutale” è promosso alle spese del “sentimento della comunità”.
In queste condizioni, non può esistere solidarietà sociale, ma soltanto una forma di solidarietà tra classi con interessi opposti, o forme di carità, indebolendo la società stessa.
La solidarietà, vista in quest’ottica, non vuol dire sacrifici personali o auto-negazione, perché le ricchezze vere sono i nostri simili ed il nostro pianeta.
L’anarchismo si basa sul potere delle idee e l’abilità degli uomini di agire e trasformare le loro esistenze, basandosi su ciò che loro considerano giusto per un miglioramento.
In altre parole, libertà, uguaglianza e solidarietà.
(I termini anarchia e anarchismo furono utilizzati per la prima volta dal girondino Brissot nel 1793-in piena rivoluzione francese- che così definiva la corrente politica degli Enragés)

 

 

lylitu

Annunci

..dimmi ciò che pensi.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...