Il Blog di Grillo….


 

 

dal blog di Grillo….

 

Quattro proposte sull’immigrazione, di Vittorio Bertola

 

 

 

blog grillo
Non ho mai parlato apertamente di politica nel mio blog, i diversi articoli che ho postato nel tempo, pur basandosi su principi di sinistra (quella vera non quella rappresentata da Renzi) come solidarietà, condivisione e ospitalità, non vi hanno mai fatto intravedere il lavoro che svolto volontariamente per un certo periodo, su un importante blog nazionale, il Blog del M5S.

.

Eh! si, per più di un anno io ed alcuni amici fraterni, altamente preparati in diversi settori culturali, abbiamo scritto sul quel blog , abbiamo cercato di elevare lo standard culturale dello stesso, abbiamo inteso dare alla nostra partecipazione più un impianto culturale che politico, ed eravamo seguiti da un bel numero di belle persone che in noi rivedevano il loro pensiero.
All’inizio avevamo creato allarme nei gestori del blog, i nostri commenti erano vistosamente di matrice “intellettuale” per essere scritti da persone “normali”, fu cosi che all’inizio fummo “attenzionati” dalla “gendarmeria” del Blog…, si perché il blog ha una propria “guardia armata” che lascia passare commenti idioti quindi non pericolosi, ma blocca commenti “intellettuali” perché possibili di creare seguaci fra i lettori, dunque fu cosi che dopo qualche settimana di controllo e un duro scontro con il comandante “Unico” del blog, ci concessero di commentare.

.
Ebbi contati telefonici con persone dell’entourage di Grillo a cui feci notare diverse contraddizioni, non ultima l’aspetto e conduzione del blog stesso, fu cosi che io e i miei amici stilammo una proposta ben dettagliata sulle migliorie da apportare allo stesso…

.

 

questo il link della proposta ….. http://ilnuovoblog.xoom.it/virgiliowizard/home

.

.
…naturalmente tutto cadde nel vuoto, perché voci trasversali a noi sconosciute ci fecero sapere che il Blog non serviva per scrivere, interagire, consigliare e condividere proposte, ma era una sorta di valvola di sfogo per i tanti elettori che avrebbero voluto tagliare la testa al ”Potere” scendendo nelle piazze a manifestare.
Insomma, ci accorgemmo che tutte le belle parole di Grillo sul “mandiamoli tutti a casa” altro non erano che fumo negli occhi per accrescere quello che poi abbiamo scoperto essere probabilmente un altro strumento a disposizione del Potere.

.
Fu cosi che iniziammo a controbattere tutti i post di quel blog, le cui tematiche erano in contraddizione con il pensiero del M5S, chiedemmo anche l’applicazione delle promesse fatte da Grillo, come la condizione imprescindibile del valore di ogni voto, dell’uno vale uno, chiedemmo inoltre l’applicazione della piattaforma liquida in cui votare le proposte di legge, insomma tutti quegli strumenti di una vera democrazia partecipativa, altri seguirono il nostro esempio reiterando tali richieste, ma come in tutte le dittature travestite da apparenti democrazie, tutti i dissidenti, perché cosi vengono chiamati coloro che non sono asserviti al pensiero dominante, vennero pian piano screditati, sbeffeggiati, infangati, infamati ed infine bannati(l’impossibilità a commentare), d’altronde non c’era da meravigliarsi, questo è il motus operandi in un regime totalitario e dittatoriale verso coloro che sono ritenuti uomini dal pensiero libero.

.
Leggo ogni tanto quel blog con rabbia e nostalgia, rabbia per essermi accorto che non esiste opposizione in questo paese, tutte le varie sigle politiche rappresentano un partito unico che governa unito e nostalgia per quello che poteva essere e non è stato, detto alla Troisi cosi diventa “pensavo fosse amore …invece era un calesse” ed è cosi che stamattina leggendo quel blog ho notato questo post :

 

http://www.beppegrillo.it/2015/08/quattro_proposte_sullimmigrazione_di_vittorio_bertola.html

 

Prendetevi un attimo di tempo per leggerlo e ditemi se c’è differenza fra il M5S e la Lega fascista di Salvini, visto che ci siete, date anche un’occhiata ai commenti interni per rendervi conto del livello culturale di quel blog.

 

…un particolare abbraccio a questi amici, che insieme a noi hanno cessato di scrivere sul quel blog poco dopo :

Danila, Francesco, Vito, Morena, Anila, Patrizia, Monica, Giancarlo, Antonella, Bruno, Franco, Rosella, Syli, Chiaraluce, Sandro e Vittorio.

.

…infine un grande in bocca al lupo ai quattro gatti rimasti che ancora scrivono rileggendosi i loro commenti come in una sorta di girotondo senza fine.

 

Auguri Blog di Grillo.

 

 

Annunci

26 pensieri su “Il Blog di Grillo….

  1. Mi dispiace quanto è seccesso, anche perché è una conferma dei dubbi che avevo sulla “trasparenza” della gestione del blog citato.
    Avrei preferito essermi sbagliato.
    Mi piace molto la proposta che avevate elaborato; un’impostazione che potrebbe essere feconda di idee; chissà che non diventi proponibile in altre situazioni?
    Buona domenica 😉

    Liked by 1 persona

    1. Sono molti i delusiPietro, noi ancor di più perchè avevamo speso tempo per migliorarlo, ma come in tutte le cose se sei troppo preparato sei pericoloso, quindi è meglio tenerti alla larga, nessun rimpianto se non quello di aver creduto in qualcosa di positivo poi realizzatosi un bluff.
      Ciao carissimo.. 🙂

      Liked by 1 persona

  2. quando la parola ha un peso agito e agente spaventa proprio per la sua forza politica, partecipativo/propositiva. Il problema è trovare modalità per non smettere mai di agire e farsi sentire anche in situazioni di ‘isolamento’ determinate da “dittatori in maschera” e dalle false coscienze di alcuni seguaci.
    Interessante e importante far circolare le sfaccettature… già questo ha qualcosa di politico se operato in modo consapevole e chiaro

    Liked by 1 persona

    1. Esatto, parlare di cultura è un agire politico, rendere partecipi gli altri della propria conoscenza è un agire politico, rinchiudersi nelle proprie sicurezze aspettando che qualcuno pensi per noi è agire da disfattista…..
      ma io non conosco ancora il tuo nome…

      Liked by 3 people

      1. sono d’accordissimo su quanto dici. Per il mio nome in effetti ‘erospea’ non avevo manco pensato all’apertura del mio sito wordpress che potesse essere assunto da altri come nickname. Cosa semplice da pensare, invece, non ci pensai. “Erospea” era il titolo di una delle sezioni in cui avevo organizzato i miei versi, una selezione di quanto scritto fino a quel momento e mi parve adatto a indicare un “fare”, una continuazione del comporre: atto d’amore verso le alterità, anche quando si scalcia contro la stessa parola, le stesse cose, … “Erospea” non come nome… dicevo…Tant’è che, se ci hai fatto caso, non mi firmo come Erospea in calce agli articoli, ma con una fusione a mio modo visiva di tutti i modi che hanno di chiamarmi le persone care. La non dichiarazione del mio nome (e cognome) non è un rifiuto o una mancata assunzione di responsabilità, di esposizione, ma è legata a una necessità che ho avuto a un certo punto del mio viaggio vitale di non finire imbrigliata nel già fatto e in qualche pre-giudizio. Se metto il blog sotto mio nome e cognome, mi dicevo, magari chi mi legge è curioso come me e si mette a cercare in rete se esisto e mi finisce addosso l’idea che io sia questo o quello. Non che sia chissà che o chi, intendiamoci…, e ho amato e amo il mio passato (al di là del bene e del male?), ma preferisco sentirmi mobile perché ho sempre patito troppo l’organizzazione di un’identità come poteva far comodo a certi ambienti. Se basta il nome l’ho detto, a mio modo, con rimando a una canzoncina, in una delle ultime cose che ho scritto: “La maglia rosa o blu”. Il nome: un ‘dono’ dei miei genitori e generazionale: quanto basta perché sia il più bel nome. Io la penso cosi

        Liked by 1 persona

        1. Strano, questa volta hai usato una dialettica degna del significato che le attribuiva Hegel, cioè ricondurre lo scritto alla verità e quindi al divenire, sei stata chiara e sincera, d’altronde il nome non ha molta importanza, ricorderò comunque quel piccolo indizio che hai dato per darti un nome.
          Ti auguro una splendida serata…

          Liked by 1 persona

  3. gli errori fatti in buona fede si possono considerare tali ?
    inizialmente non conoscevamo tutte le dinamiche ed eravamo entusiasti
    di poter partecipare finalmente a qualcosa di costruttivo
    e ci abbiamo messo tutto l’impegno … portare idee nuove e innovative, un po’ di cultura
    poi abbiamo capito, forse ci abbiamo messo troppo tempo, non lo so …

    a pensar male spesso ci si azzecca (diceva qualcuno) ma non sempre è così quindi occorrono prove su prove, fino a giungere al punto di non aver più dubbi …
    quando siamo giunti a quel punto ce ne siamo andati ma ci è dispiaciuto anche per coloro che ingenui non hanno ancora capito e vanno a farsi stritolare dai guardiani del blog che consentono solo il servilismo e non la critica …
    comunque occorre sempre distinguere il Blog di Grillo da quello che fanno gli eletti a Roma

    noi ci abbiamo provato, vero Nico ?

    ed io lo so perchè c’ero 😉

    Liked by 3 people

    1. carissimo Claudio, mio insostituibile amico, tu sai tutto perchè eravamo insieme, quindi inutile che ti spieghi, certo che poteva andare diversamente, ma siamo stai centrati dai “cecchini” ahahah… è ovvio che mi rifeerisco al Blog di Grillo e non ai parlamentari del M5S
      Un grande abbraccio….talmente grande che comprenda anche Silvana. 🙂

      Liked by 1 persona

  4. Sono fiera di te, potresti benissimo vivere la tua vita tranquilla e invece ti adoperi sempre per migliorare questo mondo, sordo, alle sollecitazioni di chi cerca di migliorarlo. Adesso comincio a capire anche il perché di alcuni commenti che ho letto, facendo sorgere in me dispiacere e alcuni dubbi: chi si schiera, ha sempre dei nemici.

    Liked by 1 persona

    1. Ciao Giusy, sono contento tu abbia capito perchè a volte occorre difendersi quando si viene attaccati.
      Sto facendo solo quello che le mie facoltà intellettive ed economiche, mi permettono di fare.
      Un abbraccio… 🙂

      Mi piace

  5. E’una sorpresa agrodolce, quella di vederti sotto questa luce idealistica ed allo stesso tempo disillusa: io non sono un deluso del’m5s, poichè non ci ho creduto sin dall’inizio. E per motivi per cui non voglio dilungarmi. Però sappi che sono felice di sapere che tu facevi parte di quei tanti che mi facevano sorgere dubbi. E quindi un desiderio di adesione al movimento.
    Comprendo anche perchè quel desiderio si è spento del tutto, anche alla luce di una situazione che si avvita sempre più: non voglio fare la fine del pollo, irretito dalla volpe che s’avvicina la fine del mondo. E, per scamparla, si lascia ospitare nella tana della volpe… Più che mai un piacere leggerti e condividere con te certe verità e complimenti per il tuo essere davvero grande: solo i grandi sanno ammettere di avere sbagliato e indicare dove hanno sbagliato…. Un abbraccio………..

    Liked by 1 persona

    1. Grazie Silviatico..
      capita di sbagliare a chi agisce le proprie idee, capita anche di farsi dei nemici, chi prende una posizione, c’est la vie mon ami.
      Solo chi è immobile e non si mette in gioco, non sbaglia e non ha nemici.
      Un abbraccio…… 🙂

      Liked by 1 persona

..dimmi ciò che pensi.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...