Carlo Michelstaedter


 

immagine presa dal web
immagine presa dal web

 

«La retorica è la facoltà di scoprire il possibile mezzo di persuasione riguardo a ciascun soggetto» 

Aristotele

 

 

La Retorica

 

Mai gli uomini si stancano su questa vita, si sentono mancare nella solitudine: la voce del dolore è troppo forte. Essi non sanno più sopportarla con tutta la loro persona. Guardano dietro a sé, guardano intorno a sé, e chiedono una benda agli occhi, chiedono di essere per qualcuno, per qualche cosa, ché di fronte alla richiesta del possesso si sentivano mancare. Di essere per qualcuno e per qualche cosa, persona sufficiente con la loro qualunque attività, perché la relazione si possa ripetere nel futuro.

.

La loro potenza si finge finita, finito il possesso che volevano; la loro volontà persuasa nella qualunque attualità che si ripete. Di fronte a una qualunque relazione limitata, finita, essi non la vivono come semplice correlativo, ma da uomini che hanno la persuasione; al di sotto della relazione elementare che li vince, per la loro paura della morte, essi fingono un correlativo alla persuasione, che si fingono d’avere. Un valore stabile che non s’esaurisce nel giro delle relazioni particolari, ma permane di sotto fermo e immutabile. Essi hanno bisogno per la loro vita, d’attribuir valore alle cose nell’atto stesso che le cercano, e nello stesso tempo, bisogno di dir la loro vita, non esser in queste, ma esser libera nella persuasione e fuori di quei bisogni. Perciò il valore di quelle cose, non confessano essere in riguardo al loro bisogno finito; ma sotto sotto c’è il valore assoluto nel quale essi s’affermano come assoluti.

.

Sono ancora cosa fra le cose, schiavi del più del meno, del prima del dopo, del se del forse, in balìa dei loro bisogni, nemici a ogni altra volontà, ingiusti a ogni altrui domanda; affermano ancora in ogni punto la loro inadeguata persona. Ma questo è tutto apparenza, questa non è la loro persona; sotto sotto, permane la loro persona assoluta, che s’afferma assolutamente nel valore assoluto, che ha il valore assoluto: la conoscenza finita.
L’uomo si ferma e dice: io so.

 

 

Carlo Michelstaedter

Annunci

..dimmi ciò che pensi.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...