Philip Larkin


 

essere te

 

Analisi profonda

.
Sono una donna stesa su una foglia:
la foglia è d’argento, la mia carne è d’oro,
graziosa in ogni dove, ma sono divenuta la tua pena
dacché non hai voluto più ascoltare.
Qualunque meta perseguissi, solo nella tua
unica giovinezza, io quella sarei stata,
ansiosa di baciare le braccia, il dritto fianco
perché non l’hai permesso?
Perché mai rilassarti, se non per dormire,
la faccia rovesciata verso il muro,
negandomi colline, frumenti e bianche greggi?
E perché era il tuo corpo
tutto inasprito, in guardia contro me,
ostile, mentre il solo desiderio
che avevo era di farlo luminoso,
perché brunito stesse davanti alla mia tenda ?
Io non potei appagare i tuoi desideri, ma so
che se qualcuno li avesse appagati
non starebbe piangendo la tua pena
come ora piange, in questa oscurità
e piange, alla deriva, anche il mio cuore
senza sperare morte, per questa oscurità,
con solo il tuo dolore nella bocca
per questa oscurità.
Philip Larkin

Annunci

3 pensieri su “Philip Larkin

..dimmi ciò che pensi.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...