Lawrence Ferlinghetti


 

treno

 

 

 

Proprio come solevo dire..

 
Proprio come solevo dire
di rado l’amore capita ai vecchi
perché sono sugli stessi binari
da troppo tempo
e poi quando l’occulta deviazione giunge
mancano la curva
e bruciano il binario sbagliato mentre
l’ultimo carro allegramente sbanda
e il fuochista non riconosce
quelle nuove corna elettriche
e i vecchi sbattono fuori dal rugginoso sperone
che finisce
nell’erba morta dove
scatole di latta reti di letto e vecchi rasoi arrugginiti
e materassi ammuffiti
giacciono
e il binario diventa morto
proprio lì
anche se i tiranti di ferro proseguono un po’
e i vecchi
si dicono
Beh
dev’essere qui
che ci dobbiamo stendere
E lo fanno
mentre riluce in un locale lassù
su un’alta
collina
piene le sue finestre di azzurro cielo e innamorati
con fiori
i loro lunghi capelli sciolti
e tutti quanti ridono
e agitano le mani e
bisbigliando tra loro
e guardando fuori
si domandano cos’è
dove termina il treno
quel cimitero.

 
Lawrence Ferlinghetti

Annunci

12 pensieri su “Lawrence Ferlinghetti

  1. Contundente, ecco il primo termine che mi viene in mente. Ragionandoci appena un po’ mi fermo sull’abrasiva… Ma essere vecchi è poi questa gran catastrofe? In fondo ogni stagione ha i suoi amori… Grandissimo Lawrence….
    Grazie infinite per la condivisione
    Un abbraccio e sereno fine di settimana…

    Liked by 2 people

    1. Carissimo amico , nel leggerti mi viene in mente una frase di Gregory Corso che insieme a Ferlinghetti e altri rappresentano l’icona della beat generation….
      « Beat è il viaggio dantesco, il beat è Cristo, il beat è Ivan, il beat è qualunque uomo, qualunque uomo che rompa il sentiero stabilito per seguire il sentiero destinato »
      E’certo che il loro pensiero era anni luce avanti a noi, uomini moderni….

      Una lieta giornata ti sia amica, Silviatico…. 🙂

      Liked by 1 persona

    1. Beh1 Ferlinghetti appartiene a quel circolo “culturale” della beat generation in cui erano presenti Kerouac, Burroughs, Ginsberg, insomma tutti quei personaggi della cultura anti militarista e anti capitalista che diedero un forte impulso all’inizio di quella rivoluzione culturale di quegli anni, diventandone le icone ancor oggi riconosciute da tutti.
      Ciao Piero… 🙂

      Liked by 1 persona

    2. Una generazione da ricordare quella dei Kerouac, dei Ferlinghetti, dei Creeley, riesci a trovare qualcosa di simile ai giorni nostri?. in Italia dopo Pasolini, il buio…
      Ti abbraccio, serena domenica Piero 🙂

      Liked by 1 persona

..dimmi ciò che pensi.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...