Carlo Michelstaedter


…lo sguardo mio non t’ha saputo dire
non t’han saputo dire le mie parole
quello che dice all’universo il sole,
amore! amore!!

Edvard Munch (notted'estate) inger-davanti-al-mare-1889.
Edvard Munch
(notted’estate) inger-davanti-al-mare-1889.

 

 

 

Se camminando vado solitario
per campagne deserte e abbandonate
se parlo con gli amici, di risate
ebbri, e di vita,
se studio, o sogno, se lavoro o rido
o se uno slancio d’arte mi trasporta
se miro la natura ora risorta
a vita nuova,

.
Te sola, del mio cor dominatrice
te sola penso, a te freme ogni fibra
a te il pensiero unicamente vibra
a te adorata.
A te mi spinge con crescente furia
una forza che pria non m’era nota,
senza di te la vita mi par vuota
triste ed oscura.

.

Ogni energia latente in me si sveglia
all’appello possente dell’amore,
vorrei che tu vedessi entro al mio cuore
la fiamma ardente.
Vorrei levarmi verso l’infinito
etere e a lui gridar la mia passione,
vorrei comunicar la ribellione
all’universo.

.
Vorrei che la natura palpitasse
del palpito che l’animo mi scuote…
vorrei che nelle tue pupille immote
splendesse amore.
Ma dimmi, perché sfuggi tu il mio sguardo
fanciulla? O tu non lo comprendi ancora
il fuoco che possente mi divora?…
e tu l’accendi…

.
Non trovo pace che se a te vicino:
io ti vorrei seguir per ogni dove
e bever l’aria che da te si muove
né mai lasciarti.

Carlo Michelstaedter

Annunci

17 pensieri su “Carlo Michelstaedter

    1. Mi fa immenso piacere il fatto che ti piaccia Michelstaedter , perchè devi sapere che non è molto conosciuto se paragonato ai più importanti poeti, questa poesia d’amore è meravigliosa per la potenza che esprime, davvero bella, d’accordo con te Enza.
      Ti accolga una serena notte… 🙂

      Liked by 1 persona

  1. Semplicemente travolgente: prima circuisce, imprigiona von dichiarazioni a proclama, poi incarcera l’anima dell’amata, tra stanze di poesia fiammante di passione…
    Grazie infinite per averla condivisa
    Un abbraccio d’immenso…

    Mi piace

  2. conoscevo questo testo, ma rileggendolo penso (mi posso sbagliare) che M. in questo testo vada poeticamente al di là d’ogni ‘persuasione’, al di là d’ogni ‘rettorica’.
    grazie per la condivisione, Nico
    un caro saluto

    Liked by 1 persona

  3. ..questa poesia di Carlo è qualcosa di travolgente, energia e amore fuse dentro una ritmica da favola, qualcosa di immensamente bello..
    Caro Lupo sei meraviglioso quando scegli queste rarità da intenditore.
    Una serena notte ❤

    Liked by 1 persona

    1. Ho postato diversi scritti di questo sfortunato ragazzo dal pensiero profondo, non vorrei ripetermi nel dire che merita di essere letto soprattutto per le sue riflessioni sulla vita.
      Mi rendo conto del fatto che non sia molto noto come altri poeti di alto valore, ma nei suoi scritti io trovo molte risposte alle mie riflessioni.
      Il fatto che Carlo sia interessante anche per altre persone come te, mi da speranza che esistano delle intellettualità con alto valore aggiunto.
      Grazie Maria per condividere la bellezza espressa in questa bellissima poesia..
      Un affettuoso abbraccio.. 🙂

      Liked by 1 persona

        1. …lo so, vorremmo sempre leggere cose allegre, divertenti e leggere, questo lo si può intuire facendo un giro nei vari blog su WP dove il cazzeggio è routine, ma debbo dire che anche quello serve…
          La bellezza può essere percepita guardando ad esempio un dipinto di Degas, dove nel suo “Assenzio” si nota tutta la solitudine espressa dalle due persone, quindi a volte anche la tristezza può dar luogo a qualcosa di bello e la bellezza nutre sempre la nostra anima.
          Non so se sono riuscito a trasmetterti il mio pensiero….
          Buon pranzo cara…. 🙂

          Liked by 2 people

  4. In silenzio capto ogni volta di più Carlo Michelstaedter. Ogni volta di più.

    Ora, Nico caro, lasciami immergere nella bellezza di questi versi e di questo dipinto.
    E questa immersione è cibo per me.

    “Ma dimmi, perché sfuggi tu il mio sguardo
    fanciulla? O tu non lo comprendi ancora
    il fuoco che possente mi divora?…
    e tu l’accendi…”
    Oh, la solitudine…
    Lui vorrebbe…
    “Vorrei che la natura palpitasse
    del palpito che l’animo mi scuote…
    vorrei che nelle tue pupille immote
    splendesse amore.”
    Grande grande Michelstaedter.

    Grazie, Nico caro.
    Un abbraccio
    gb

    Liked by 1 persona

..dimmi ciò che pensi.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...