Forugh Farrokhzad


“Questo lavoro va in stampa mentre per le strade di Tehran, le donne, cresciute con la poesia di Farrokhzâd, muoiono davanti agli occhi di tutto il mondo. È dalla seconda metà dell’ottocento che le donne iraniane, attraverso la poesia e la parola, testimoniano la loro condizione, lottano per i loro diritti, e quando è necessario, offrono la vita per i loro ideali. La storia continua e si ripete.
Ancora oggi le impavide donne iraniane con la loro presenza e con la loro voce proibita raccontano al mondo la tormentata storia della loro terra”.   (Faezeh Mardani)

 

 Dariush Mohaier -Odalisca- tecnica mista su cartone

Dariush Mohaier -Odalisca- tecnica mista su cartone

 
…perché devo fermarmi?

 

La complicità delle lettere di piombo è sterile
la complicità delle lettere di piombo non salverà il misero pensare.
Io sono della stirpe degli alberi
mi turba respirare l’aria infetta
mi consigliò un uccello morto
di non dimenticare il volo
Il fine di tutte le forze è giungere,
giungere all’origine luminosa del sole
e calare nella percezione della luce.

È ̀naturale
che i mulini a vento marciscano
Perché devo fermarmi?
Prendo le acerbe spighe di grano al petto
e le allatto
La voce, la voce, solo la voce,
la voce del limpido desiderio di fluire dell’acqua
la voce del scendere della luce stellare
sulla superficie femminea della terra
la voce del concepimento del seme del senso
e l’estensione del pensiero condiviso dell’amore.
La voce, la voce, la voce,
e ̀solo la voce che resta.

Perché devo fermarmi?

 

Forugh Farrokhzad

 

Annunci

14 pensieri su “Forugh Farrokhzad

  1. Stupenda, commovente, incredibilmente eroica.
    E’ entrare nei Cominciamenti di una Vita indomita, inarrestabile.
    Noi non possiamo neppur Immaginare tanta Sofferenza.

    Liked by 2 people

    1. forse possiamo, e possiamo qui, vicino casa, senza andare in Iran o dove altre donne lottano per il medesimo riconoscimento del loro essere…
      se fossimo meno distratti, superficiali ed egoisti, se vedessimo gli altri come persone, e non come generi, se non addirittura come oggetti animati, se fossimo davvero gli esseri umani che dovremmo essere, vedremmo quanti soffrono la stessa cosa intorno a noi…
      sono quelle bellissime persone la cui essenza è di natura opposta al loro corpo, e che dopo aver combattuto con loro stessi per comprendere se stessi, per accettarsi ed amarsi senza colpe artefatte affibbiate da una società cieca e sorda, intraprendono una lotta straziante contro i loro stessi simili solo per vedersi riconosciute come persone, persone e basta….
      perdonami per aver espresso un accenno di pensiero che forse non c’entra neanche nulla, ma a volte i miei pensieri sfuggono alla mia volontà e diventano liberi, e liberi si esprimono…
      una serena giornata per te…

      Liked by 3 people

  2. Ti ringrazio dell’Estensione e puntualizzazione.
    Certo, tante Donne uccise, anche in Occidente, il cosiddetto tollerante.
    Ammetto, la Consapevolezza del proprio Valore è Insita,mi scuso, superficialmente ho sotteso una maggior Padronanza di strumenti psicologici, morali, culturali, da noi.
    In Medio oriente, son piu’ elitari, meno diffusi.
    Non parliamo in Afrika, dove esiste ancora l’Infibulazione, impraticabile neppur sulle piu’ minute bestiole.
    La Perfidia di privare di una Conoscenza, una Gioia Insopprimibile…
    Da noi, possiamo quantomeno Gridare, sperare in un Aiuto (ammesso e non concesso che arrivi).
    Da loro..?
    Considerati votata, anche se nella pratica, non posso…

    Liked by 2 people

    1. ..ti prego non scusarti… il mio pensiero è forse più nascosto di quel che sembra, e forse è meglio che resti tale… ma grazie per ciò che hai colto comunque…
      ed il confronto è l’unico voto (etimologicamente) che io desidero e ricerco, quindi grazie.. 🙂

      Liked by 1 persona

  3. Ora comprendo.
    Son la solita Superficiale.
    Eppure : ” i miei pensieri, sfuggono la mia Volontà..”.
    Proprio Vero: il Dolore è ad Esperire, mai a capire…
    Vedi: un poco, trapelato, or me l’hai Donato, decantato, reso puro, entro di Te.
    Piu’ leggera, sei Bella…
    Grazie della profonda, pur personale, timida (pudica) conversazione, oltre le solite banali quattro chiacchiere d’ogni giorno.
    Mi hai fatta stare meglio.

    Liked by 2 people

    1. Mi onoro delle vostre presenze nel blog…grazie per tanta assidua partecipazione, che rende nobile la nostra passione per cui ci siamo rimessi in gioco..
      Grazie a tutte e due…. 🙂

      Mi piace

        1. Non potevi scegliere meglio per indicare la metafora per cui la vita ha sempre un qualcosa di effimero….
          Graditissime le tue poche parole del commento… 🙂

          Mi piace

    2. tu superficiale, io regina d’inghilterra, questa è la proporzione Lina, quindi direi che non lo sei assolutamente, anzi… rari sprazzi di superficialità, da benedire come ossigeno, ricercati a volte nella stanchezza della consapevolezza del proprio peso specifico…
      perdonami ancora, ma la tua Bellezza è straordinaria ai miei occhi, e mi allontana dalla mia indole schiva e riservata…
      grazie a te, di Cuore e di Tutto

      Mi piace

..dimmi ciò che pensi.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...