Riflessioni Personali…..commuoversi significa essere fragili?


 

“Sento forte il desiderio di svelare la mia fragilità,
di mostrarla a tutti coloro che mi incontrano, che mi vedono,
come fosse la mia principale identificazione di uomo, di uomo in questo mondo.
Un tempo mi insegnavano a nascondere le debolezze, a non far emergere i difetti,
che avrebbero impedito di far risaltare i miei pregi e di farmi stimare.” (V. Andreoli)

 

Ho sopportato immenso dolore fisico nei combattimenti di Muay  Thai, ho sacrificato la mia vita per far felici gli altri, ho cercato di dare sempre una parola di conforto a chi non aveva più nulla da chiedere alla vita, ma ci sono cose che non riesco a fare per evitare tragedie del genere e questo mi pesa, mi uccide moralmente, mi commuovo nel vedere queste creature ridotte in questo stato per l’Egoismo della razza Umana. Pensavo che mai nessuno e nulla mi avrebbero fatto piangere, invece ho dovuto ricredermi.

Esistono anche loro e fanno parte dei nostri problemi, non dimentichiamolo!!

 

Nico (max weber)

 

Fb2Fb3

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Fb6

 

 

 

 

 

 

 

 

Fb7

 

 

 

 

 

 

Fb8

 

 

 

 

 

Fb1

 

 

 

 

 

 

 

Simona ha fatto queste foto, e mentre le scattava con il viso pieno di lacrime ha detto…..
“Servirebbero 44 miliardi di euro all’anno per sfamare questa umanità. Li spendiamo in armi ogni 8 giorni.
Servirebbero semi , acqua, medicine e pace. Ma non solo non ce ne importa nulla di loro, ma distruggiamo anche i paesi che non avevano problemi di questo tipo creando ancora più miseria.
Piango con lei e con lei mi indigno.
Non c’è civiltà senza umanità.
Siamo solo una specie da estinguere”

 

 

 

Annunci

32 pensieri su “Riflessioni Personali…..commuoversi significa essere fragili?

  1. Capitalismo infame! Purtroppo caro Nico, se qua non cambiano le cose i poveri saranno sempre più poveri ed i ricchi sempre più potenti.

    Troppo individualismo…distrugge tutto quello che si trova alla base dei principi umani, come l’empatia e la voglia di dare mano a chi magari ha bisogno.

    Liked by 5 people

    1. Carissimo Ade, spero che la tua generazione trovi un mondo migliore, io mi sono rimesso in gioco anche per questo o forse è meglio dire che non ho mai mollato, credo nell’Uomo e nella solidarietà che avvicina e aiuta le persone, credo anche nel cuore di coloro che hanno “molto” da dare, io sto dando l’esempio e spero che altri facciano come me.
      Passa una bella serata e divertiti, lo meriti….
      Ciao bello… 🙂

      Liked by 3 people

  2. No Nico, piangere non significa essere deboli ma al contrario significa che siamo essere Umani. Non esistono illusioni che non possano realizzarsi se noi lo vogliamo, anche Twain disse ” Non abbandonare le tue illusioni. Quando saranno scomparse, potrai esistere ancora, ma avrai cessato di vivere. ”

    Ciò che rende forte un uomo è la costanza che mette nell’impegno di veder realizzati i suoi sogni, se per far questo deve piangere, ben venga la commozione.
    Ti abbraccio caro Nico, continua sulla strada che coraggiosamente hai intrapreso, sei un uomo forte, riuscirai a portare a termine i tuoi desideri.
    Buona serata.

    Artemisio F.

    Liked by 6 people

    1. Ciao caro, le tue parole mi danno speranza, mi fanno capire che non sono solo a combattere questo sistema frutto di un’aberrante sete di potere, la politica non è più politica da quando non protegge e non aiuta i suoi figli, spero un giorno finirà questa assurda guerra per il controllo dell’umanità.
      No, non è possibile far finta di non vedere i bambini che muoiono di fame, impossibile restare indifferenti a tale scempio.
      Spero in un ravvedimento della razza Umana, altrimenti saremo tutti fottuti.
      Grazie di cuore per il tuo incoraggiamento..

      Liked by 5 people

  3. commuoversi è sintomo di sensibilità viva, di una coscienza che fa i conti non solo col proprio egoismo ma con la collettività. E rimanere indifferenti di fronte ad immagini come queste non si potrebbe, sarebbe come rinnegare la vita, equivarrebbe ad una aridità di cuore intollerabile. Si, effettivamente credo anche io che siamo una specie da estinguere, per le quotidiane nefandezze, violenze, indifferenze, individualismi,avidità di potere e di denaro che hanno ormai schiacciato il diritto essenziale,quello alla Vita di ogni creatura

    Liked by 3 people

    1. Conosco il tuo pensiero carissima Daniela perchè è uguale al mio, sono le persone come te che mi danno la forza di continuare a fare del mio meglio (per quel poco che posso permettermi) per ridare fiducia a chi l’ha persa da tempo e a denunciare l’egoismo imperante che fa morire di fame milioni di persone nel mondo.
      Non riuscirò mai a veder realizzato il sogno di avere un mondo migliore e questo è frustrante per il mio carattere, ma devo continuare a provarci.
      Un abbraccio cara, passa un sereno sabato sera….. 🙂

      Liked by 2 people

      1. per avere un mondo migliore è necessario che ci sia il supporto e la volontà di tutti,soprattutto dei potenti…no credo che non lo vedremo mai…son pessimista a riguardo anche se credo che non ci si debba assolutamente rassegnare

        Liked by 1 persona

        1. …ecco Giorgio, mi spiace per querllo che è successo ma hai risposto ugualmente alla mia domanda…“perché siamo dei cazzoni”…facciamo troppe chiacchiere e pochi fatti, ed è vero, siamo bravi solo a parole.
          Ciao caro… 🙂

          Mi piace

  4. Certo che commuoversi non basta, però può aiutare, anche e solo, a tenere sempre presente nella mente e nel cuore queste immagini, di certo aiutando a non rimuovere la coscienza della profonda ingiustizia che muove l’agire umano e, in ultima analisi, la natura… Siamo solo animali che si lasciano usare dall’intelligenza acquisita, non ancora si è imparato ad usarla…..
    Grazie di cuore e più che mai un abbraccio…

    Liked by 4 people

  5. Se dovessimo chiedere dell’Anima dei figli d’Afrika, essa è Petali di Rosa Nera che sboccia Profumata al mattino del Sole nel Deserto.
    Rosa di Sale che c’Interroga, noi Predoni.
    Oggi, atarassica, osservavo una tortora sgambettare nell’argento dei pini, il verde intenso della Magnolia, un passero trillare, al contrasto con la secchezza della natura, dormiente.
    Ecco, mi dicevo, piano piano, in me, stan morendo le Illusioni della Giovinezza.
    Senza rimpianto, giusto Tremore a compagno di una Domanda: mi restera’ Qualcosa, meglio, Qualcuno?

    Ecco, or scorgo la Debolezza Sociale, di Genti colpevoli d’esser nate altrove.
    Quante Poetesse migliori di me, non vedranno il Verde della Vita?
    Quante Donne piu’ Belle di me, appassiranno anzitempo?
    Quante Marie Curie, Rita Montalcini, Artemisia Gentileschi tra di loro, non potranno Esprimersi ed Evolverci?
    Pensando che i Neri ci danno Fastidio: offendono il Pallore delle nostre Anime.
    Offendono, le loro Privazioni, l’Opulenza dei tanti Bertone, funzionari della carita’ Pelosa, missionari che due secoli fa li facevan privi di anima.
    Pelosa quanto me: fra poco andro’ a Dormire e domani, saro’ distratta da altri Pensieri.
    Sono una Merda e lo so, ma questo non mi cambia in meglio.
    Non son neppur Presidente, da farmi Ammazzare per aiutarli.
    Io piango, m non so abbandonare i miei Cari per Loro.
    E’proprio Vero: Dia esiste e non manca mai di farci Pensare, Soffrire, Mortificare.
    I Sentimenti che Lei Prova, prima, per la nostra Insipienza.
    Scusate, ma non ho piu’ Parole.
    Picchiatemi. altro che duettare con Artemisio, blandirlo.
    Troia: son una Troia.

    Liked by 6 people

  6. Esistono, ma vivono lontani da noi, e il loro dramma non ci tocca fin quando non ci coinvolge in prima persona.
    Questo succede.
    Resto arenata quando mi sento dire che ciò che facciamo nel nostro piccolo non può cambiare la loro miseria, secolare, quasi fisiologica, ci sono abituati.
    Ma il piatto di pasta che mi avanza a pranzo non la butto nella spazzatura, anche se non va minimamente ad incidere su quella situazione.
    Per dire che non riesco ad immaginare come si potrebbe invertire, a partire dal mio piccolo, questa terribile spirale che tritura tutte quelle vite umane.
    E certe volte, quando ti senti impotente dinanzi a qualcosa che ti soffoca la coscienza, si fa prima a rimuoverla.
    Magari volo meno alta, sprecando meno, acquistando meno e riutilizzando i materiali all’interno di piccole nicchie di amici e conoscenti che alle cose danno quel valore che va oltre la moda.
    E giorno dopo giorno, diventa uno stile di vita che purifica da molte dipendenze.
    Potrebbe essere un inizio …
    Serena notte.

    Liked by 4 people

  7. le lacrime di Nico..
    il conforto di Artemisio..
    il pessimismo di Daniela..
    la gioventù di Adelfo..
    l’ammirazione di Salvatore..
    la disponibilità di Giorgio..
    il tormento di Scintillina..
    la riflessività di Gelsomina..

    ..è qui quello che serve per cambiare amici, ed è quasi tutto quello che serve davvero…manca il sacrificio…
    ogni vostro pensiero è una tessera del mosaico…
    non demordete, non abbandonate mai le vostre posizioni, anche se vi sembra inutile tenerle… non lo è… è vero che è ognuno di noi è una singola goccia nel mare, ma sono proprio tante gocce insieme che formano il mare…non dimenticate…
    e trasmettete a chiunque incrociate sul vostro cammino ciò che portate in voi…sarà la vita stessa, per mezzo del caso, a mettere in contatto fra loro le unicità giuste…
    non vi dico di credere in un Dio, né nella Fortuna, ma soltanto in voi stessi…
    vi abbraccio tutti…

    Liked by 7 people

    1. Andrea, temo che saremo un Epitaffio, scritto sulla Sonda per Venere.
      The Final Countdown is incoming.
      Ormai è tutto Accaduto.
      Ad Auschwitz, dicevan mai piu’.
      Gli stessi che oggi han Globalizzato il Nazismo.
      Come lo Chiami, altrimenti?
      Non è il Mondo un immenso Lager, sotto la Sorveglianza degli Aguzzini?
      Il Nobel ad Obama, contemplava questo?
      Chi li liberera’ dai Liberatori?
      Forse i Cavalieri del Blog dei Doberman?
      Anime sensibili, Liberatori di Cani.
      Affinita’ Elettive?
      Pedinan i Canari dall’Est, per far lo scoop in Italia…
      Fermarli prima, no, nevvero..?
      E questi dovrebber governare Roma, l’Italia.

      A partir dai Raggi della Morte…

      Buonanotte, anima Positiva ed Ecumenica.
      Scusa il mio Cinismo ( gioco di parole).

      Liked by 5 people

      1. allora ci conviene restare coricati tutti nei nostri letti di piume, con una calla fra le mani giunte ad aspettare la fine scontata di un’esistenza ignava e inquinante…
        non ti scuso dolcezza, non sei cinica, sei strepitosa nel modo in cui giochi con le parole, potresti dire al padreterno che è uno stronzo e quello ti farebbe pure l’applauso, ma oltre le parole, ti sei arresa alle tue convinzioni ragazza, depressa da una realtà che pensi di non avere più la forza di combattere… e allora cambiala! se la cambi dentro la tua testa, come tutti gli esseri di vera volontà, cambierà anche fuori, perché è così che funziona la realtà…te la fai dentro, e la vedi fuori…
        sai perché non è mai cambiato niente negli ultimi schifosi 100 anni?? perché a nessuno è mai fregato un cazzo sul serio, perché chi poteva pensare oltre la necessità del sopravvivere, ha trovato per 100 anni del cazzo ogni motivo buono e utile per non cambiare niente, ma niente per gli altri, perché per se stessi si stava benissimo!!!!
        accomodàti nelle comodità donate da sistemi ombra malati e pestilenziali ci siamo prima disinteressati totalmente, e poi abbiamo fatto spallucce, sicuri che non toccasse a noi rimediare a disastri altrui… beh, cari, gli “altrui” siamo noi, perché non contrastando dall’inizio abbiamo fatto arrivare lo schifo fino al naso, ormai siamo quasi senza ossigeno!
        ora ci tocca fare un lavoro mostruoso per rimediare, e più andiamo avanti più ci costerà, quindi, dopo aver preso VERA consapevolezza, per favore smettiamola di frignare e rimbocchiamoci le mutande -come dice la mia socia meravigliosa, ché sono l’ultimo baluardo della nostra dignità- perché c’è molto, molto da fare…

        Liked by 6 people

          1. ti ringrazio per il sostegno stella…
            Gassman diceva “il senso delle nostre imperfezioni ci aiuta ad avere paura. cercare di risolverle ci aiuta ad avere coraggio”
            cosa c’è di più imperfetto che quello che siamo diventati?
            perdersi dietro a pseudo spiegazioni filosofico-genetiche è, per quel che mi riguarda, solo un altro modo, indubbiamente più “culturale”, di giustificare il proprio immobilismo, ed è ancora più biasimevole, visto che proviene solitamente da persone con un cervello; è vero che le difficoltà sono enormi, ma non sono impossibili!
            se lo fossero, saremmo già tutti finiti… invece aspettiamo solo che ci pensi qualcun’altro a fare la cosa giusta, limitandoci ad osannarlo come eroe, e continuando biecamente nel “chiagne e fotte” che ci interessa; mettiamo il “troppo” davanti a tutto quello che non ci conviene: troppo tempo, troppo tardi, troppo difficile, troppo complicato, troppo pochi… ogni scusa è buona per auto assolverci e “fottercene” -in ogni senso- degli altri…
            scusami per i termini poco signorili, ma non sono davvero riuscita a trovarne altri…

            Liked by 4 people

  8. Commuoversi significa essere consapevoli, consapevoli dei problemi reali e delle soluzioni purtroppo lontane dalle sole nostre mani… dovrebbe cambiare forse tutto quanto sta alla base del mondo di oggi… le immagini parlano da sole…

    Liked by 2 people

..dimmi ciò che pensi.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...