Gabriel García Márquez


 

 

 

 

 

Se un giorno avrai voglia di piangere chiamami..

 

Se un giorno avrai voglia di piangere chiamami:
non prometto di farti ridere ma potrò piangere con te…
Se un giorno riuscirai a fuggire, non esitare a chiamarmi:
non prometto di chiederti di rimanere, ma potrò fuggire con te…
Se un giorno non avrai voglia di parlare con nessuno, chiamami:
staremo in silenzio…
Ma se un giorno mi chiamerai e non risponderò, vieni correndo da me: perché di certo avrò bisogno di te!

.
Gabriel García Márquez

Annunci

12 pensieri su “Gabriel García Márquez

  1. È… è… perfetta.
    Giuro che ho i lucciconi.
    Sai che nn ho mai letto nulla di Márquez? Ho iniziato non so quante volte “cent’anni di solitudine”, ma ho sempre accantonato il libro dopo le prime pagine. E dire che leggere è la mia “acqua salata”… più ne bevo, più la sete aumenta.

    Liked by 1 persona

    1. Secondo me faresti bene ad iniziare, Màrquez si fa leggere con molta facilità, la sua scrittura è molto scorrevole e a volte trovi anche un pò di ironia nei suoi scritti, ma…come mai non hai mai letto Màrquez? 🙂

      Liked by 1 persona

  2. Non so, ci ho provato ma … :/
    Però, guarda che le mie letture nn sono “frivole” (ammesso che esistano), leggo da sempre e detesto i romanzi rosa sia classici che contemporanei e preferisco i libri introspettivi e i gialli.
    Sai cosa, Nico? Penso che i libri più importanti sappiano quale sia il momento giusto per essere letti, lo aspetti e… ti saltino in braccio. Non sai quante volte mi è capitato, e ogni volta è stata una tacca importante nella mia vita.

    Liked by 1 persona

    1. .. ti racconto una storia, nel 1994 in una delle mie visite a Parigi, una sera iniziai a girare per i mercatini del libro che si svolgono ogni estate a Montparnasse, dopo aver preso un drink al bistrot “le Cafè du Paris” iniziai a girare per le bancarelle, ad un certo punto da una di esse un libro vecchio e malconcio attirò la mia attenzione, mi accostai, lo presi in mano e lui subito mi fece l’occhiolino, ok, gli dissi sei mio, lo acquistai per 12 Fr.. da quel giorno iniziai ad amare quell’autore che ben pochi conoscevano, un autore italiano che iniziai a leggere con grande curiosità , era un libro di Carlo Michelstaedter…
      Vedi come a volte sono i libri stessi che ci scelgono?
      Andò proprio cosi, ora non lo mollo più…. 🙂

      Liked by 1 persona

      1. Per me è stata una cosa simile con Saramago, la Barbera, Giordano, Gaarder e qualche altro. Tutti libri o Autori che ho nel cuore, Saramago in prima , a fila 😉
        Amo Parigi come fosse la mia seconda casa , conosco i mercatini ^_^
        Ora stacco e leggo, che dopo Voltaire mi aspetta Márquez

        Liked by 1 persona

..dimmi ciò che pensi.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...