Grethe Garbus


 

Antonio de Pereda - Il sogno del cavaliere -  (olio su tela)
Antonio de Pereda – Il sogno del cavaliere – (olio su tela)

 

 

Religiosissimo, sopraffatto da un’Empatia cosmica incompresa, inafferrabile.
Fine intelletto, ha studiato le contraddizioni del Mondo, l’incapacità della Storia ad attribuire un Senso alle Credenze morali sin lì esperite, le facili comodità psicologiche in cui si adagiano i Sopravviventi.
Così sì è sempre fatto: Ubbidito al Capobranco. Invece, scava il Pensiero, sino a svuotarlo, gettarlo da se come un Guscio Vuoto. Davvero ha Superato il Nichilismo, ponendo le basi al Superomismo.
L’Uomo, nella sua Accezione, è davvero Dio.
Morto il dio paternalista ed egoista, ripiegato su se stesso, nel Silenzio Interiore, s’affaccia, nel Buio, l’Immagine della Stella Divina.
Nulla è più la stessa: tutto ha mutato Prospettiva.
Dio agisce dall’Interno, Empatico.
Davvero, fu una facile e comoda rimozione collettiva, il reputarlo pazzo.
Quest’Uomo, vide , primo, l’Abisso.
Davvero non sappiamo Partorire altro che Sassi.
Davvero siam Greggi sterminate, prive di senno e finalità.
Davvero, i più s’Improvvisano Pastori, convinti che basti lo Scettro del Comando.
Davvero era Umilissimo quest’Uomo: non servile, non fumoso, non Doppio.
Davvero son Arroganti gli ultimi Ominidi: Carte da Mazzo…

 

Grethe Garbus

Annunci

..dimmi ciò che pensi.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...