Riflessioni Personali….salute e malattia, cos’è la normalità?


 

 

Frida Kahlo -Magnolie- ( olio su tela)
Frida Kahlo -Magnolie- ( olio su tela)

 

 

Salute e malattia secondo la visione Olistica

 

La salute è una condizione di cui si ha un’esperienza quasi inconsapevole: sembra coincidere con il fluire stesso della vita. La malattia, come agente che interferisce con questo fluire, sembra svelarla come condizione perduta.
Proprio per questa ragione dare una definizione di salute non risulta semplice.
Ci si può accontentare di dire, seguendo il senso comune, che la salute è la condizione di assenza di malattia: malattia che si disvela nel negare la salute.
In campo psichico, allora, la salute mentale dovrebbe corrispondere all’assenza di sofferenza e di comportamenti anomali. Sappiamo però che questo non basta: ad esempio lo psicopatico, il maniacale non grave possono non lamentare alcun malessere, avere un comportamento non dissimile da quello degli altri e non per questo possono essere considerati soggetti normali: la loro anormalità risulterebbe evidente ad un attento esame psicologico o psichiatrico.
Ma introducendo il termine di anormalità e l’idea di confronto stiamo in realtà cambiando la domanda: non più cos’è la salute, ma cos’è la normalità.

“ I cattivi pensieri sono causa di cattiva salute” si sente spesso dire. In effetti una salute cagionevole dipende anche da ragioni psicologiche e spesso una malattia è causata più dalla malnutrizione della mente che del corpo: Il corpo fisico assorbe fin che può poi gli stati d’animo si scaricano sugli organi creando vari disturbi:  l’ansia, per esempio, ricade sul sistema digerente, soprattutto sullo stomaco creando gastrite, spasmi, colite, bruciori , ulcera duodenale. La paura, per esempio, si riversa sui reni, la rabbia scarica sul fegato e cistifellea, creando tensioni alle vie biliari fino alla formazione di calcoli ; lo stress si manifesta principalmente    sul cuore e sulla pressione arteriosa. La depressione è altrettanto deleteria  perché trasferisce messaggi di bassa autostima devastando il sistema immunitario.

 

Fernando Botero -Sala da pranzo- (olio su tela) 2002
Fernando Botero -Sala da pranzo- (olio su tela) 2002

 

 

L’aggressività repressa crea forti conflitti interiori quasi a simboleggiare una battaglia interiore contro noi stessi  generando alcune tipiche malattie dette “autoimmuni” ( dalla psoriasi alla vitiligine, artrite reumatoide, lupus, tiroidite, etc)  . Anche traumi e fratture  non sono casuali ma spesso rappresentano la conseguenza di periodi particolarmente pesanti dal punto di vista della stanchezza fisica  e ci obbligano così a rallentare e riposare, permettendoci di prendere una pausa riflessiva dalla folle corse del nostro quotidiano e poter portare dei cambiamenti nella nostra vita, che diversamente  faremo. Se poi c’è grande disperazione si aprono le porte alle malattie più gravi e mortali.

Potremmo continuare a lungo con molti esempi  ma  è chiaro come la malattia giunge in realtà per segnalarci uno stato di alterazione della nostra serenità con noi stessi e con il mondo , per segnalarci che qualcosa non va  nella nostra vita, di  un disequilibrio tra mente, corpo  e spirito secondo la visione olistica. E se qualcuno si sta chiedendo “ se tutto dipende da noi , allora che dire delle malattie ereditarie?  Ecco che qui , in una visione olistica e non della medicina allopatica, potremmo semplicemente citare la legge Karmica di causa e di effetto che non ha limiti di tempo….. ma qui entriamo in un campo “minato” che spesso va contro ogni ragionevole insegnamento  religioso e  culturale del nostro mondo occidentale ! Alla luce di quanto detto fin’ora è importante comunque sottolineare quanto la malattia intesa come “vissuto del malato “è caratterizzata dalla sensazione, dall’esperienza totalmente personale e soggettiva della perdita della salute di ogni singolo individuo, di come vive, metabolizza e trasforma le proprie emozioni  e dello stile di vita che conduce,  e dove ,come abbiamo detto, l’alimentazione assume un ruolo determinante.

Si tratta, a questo punto, di stabilire dei parametri di riferimento e verificarne il rispetto: il criterio di fondo con il quale sceglieremo i parametri stabilirà quale normalità stiamo cercando (vedremo più avanti che possiamo considerare più tipi di normalità o, meglio, di norma). Ma definire cos’è la normalità non coincide con il dire cos’è la salute, proprio perché la necessità di stabilire dei parametri ci allontana dalla possibilità di avere un approccio concettuale.
I criteri di normalità sono utili ai fini operativi della clinica: è inevitabile avere una precisa idea di normalità quando si prospetta un lavoro terapeutico .

 

da: olisticasalute.it

Annunci

3 pensieri su “Riflessioni Personali….salute e malattia, cos’è la normalità?

  1. La normalita’ è una condizione esistenziale avulsa all’esperienza umana.
    Esistono gli Eserciti, finalizzati ad Assassinare (pseudo)legalmente intere Nazioni.
    E’ Normale?
    Esistono le Polizie a limitare le Liberta’ espressive.
    Le Censure, le Religioni codificate, le Leggi massificanti.
    Il Consumismo Planetario.
    Lo Scempio delle risorse energetiche.
    Le Banche monetarie.
    I Media Psicodinamici.
    I Centri di Consumo.
    Dieci milioni di morte per Fame.
    La Pornografia ammazza Amore.
    E’ Normale, ovvero oggetto di Uso Comune positivo ed universalmente Progressivo?
    E’ normale disporre di un Cervello, una Sensazione di Identificazione chiamato Anima, un’Idea di Trascendente , e sganciare le Atomiche su Hiroshima e Nagasaky?
    Di piu’, non contenti, si continua.

    L’Umanita’, non Esiste.

    E’ un Progetto Fallito.
    Eccezioni escluse, poche.
    Santo o Demone: scegli.
    Eggia’, abbiamo gli Atei ed i Credenti fra entrambi: un bell’Alibi.

    Al margine: un giorno o l’altro, arrivera’ la Buoncostume e ci schiaffera’ Dentro…
    Dove, come, quando, chi o cosa, lo lascio alla vostra Immaginazione.
    Buona Domenica: tutti al Centro.
    Quale?
    Esiste sempre un centro, in e di, su, per, tra, fra di tutte le Cose.
    Chiedetene la Strada a quelli che Dirigono la Societa’ delle Pecore bicolori e Lupi grigi.

    Liked by 3 people

  2. La Malattia coincide con la Venuta al mondo, ben diversa dalla Nascita Concepita nell’Istante dell’Incontro genitivo.
    Lasci il tuo Noi per divenire il semplice io-me.
    Lasci l’Osmosi d’Anime ed inizi l’Abbandono Mosaico al flusso della Vita, lento ma Inesorabile quanto il Nilo.
    Addio Figlia di Pharaone, addio Mamma, Papa’.
    Essì: Papa’ è stato il primo Naufrago.
    Dolce l’Approdo, straziante la cartolina precetto per la Guerra d’Ilio.
    Un abbraccio di una Notte; una Passione, Morte, Sepoltura, dalla Resurrezione lasciata in Eredita’, alla cura Pietosa della Donna, entro tre giorni privi di Sole…
    Una Guerra lunga quanto un’Odissea sino all’Imbarco Finale.
    Venti Miglia, un sibilo, grida, polvere, lampadine spezzate, mani al Cielo, Preghiere, 600Km/h e l’Okha, il Baka:Woom! Sbam!Kaboom! Infiamma il Ponte della Caronte Enterprises…
    Ciao , Papa’ Tokkotai…

    La carne è triste, par di capire, destinata alla decadenza, quanto un fiore che si stacca dal ramo entro un’alba di PrimaVera.
    La malattia, inizia nel cuore della mamma, impossibilitata a Trattenerla, piccolo fiore, entro l’Astronave Calda, sicura, traslucida, ovattata…
    La prima passeggiata Spaziale di una pesciolina Volante, nell’isola eolica,così leggera, Sconfinata.
    Le prime Luci, i Suoni, Colori, Sapori: l’esplosione dei sensi.
    Piange: non è tristezza no, commozione.
    Ha collaborato con Mamma e Papa’, li ha sentiti, nella prima Percezione di Sè, Pregando la lor Grandezza, piccolo Figlia di una Divinita’ Eterna.
    Crescera’, sola, come Tutti :questa la Condizione dei Viventi.
    Sara’ un dolce albero di Sakura, splendente entro la sua Settimana piu’ bella, poi Rinascera’ alla prossima Fioritura.
    L’Eternita’ è nell’Albero, non nel Fiore…
    La Malattia, non esiste: solo, è uno stato transitorio di Dolore che dovra’ per forza salir sul carro della Morte.
    Un giorno, cento anni: nessuno puo’ morir per sempre.

    “Ho perso tante corse dell’Okha, nonostante sia salita tante volte: un giorno, ne son certa, arruoleranno anche le Donne Kamikaze”.

    Geishe pilota dai Cherry Blossom entro la Karne…

    1945 Agosto, il 6
    Yukyo san,
    all’eta’ di 9 anni, ascende al Sole Rosso di Hiroshima,
    attraverso il Vento di Enola Gay, l’Uccello di Titanio venuto dal Gelo…

    Mi piace

  3. ..perdonami ma questo altro commento lo lascio per un bel post, merita la prima pagina tanta è la sua profondità e spessore culturale….lo posterò come Martina, se questo non ti dà fastidio, scritti del genere devono essere letti dalla maggior parte delle persone, solo la ragione potrà contribuire a cambiare questo sistema anche se sarà difficile.
    Domani ci sarà anche un articolo sul cane Stirner e sull’Imperatore Davide, discendenti diretti della pura razza dei “rivoluzionari di casa nostra”…. questi figuri trovano terreno fertile nell’imbecillità e l’ignoranza dei discepoli Stellati che permettono loro di “educarli” a brucare l’erba.
    Vai su nocensura, troverai in data di ieri un commento scritto dallo Strunzen sotto falso nick in cui fa sapere di essere riuscito a unire martina, scinti e grethe, pensa tu che scoperta…ahahah!
    Il morto di fame al servizio dell’imperatore non ha capito ancora che non basta aver studiato da CEPU per essere un intellettuale, ma che occorre leggere, leggere e leggere ancora..
    Nessun problema, tanto so che leggerà questo commento, lui segue questo blog con la bava alla bocca…
    Una tranquilla serata per te…

    Liked by 1 persona

..dimmi ciò che pensi.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...