Emily Jane Bronte


 

 

immagine presa dal web
immagine presa dal web

 

 

 

Parla per me



Deve rispondere la luce del tuo sguardo,

ora che la ragione, con occhi sdegnosi,

irride alla mia piena sconfitta!

La tua lingua di miele deve parlare per me

e dire perché io ti abbia scelto!

La severa ragione viene al giudizio,

vestita delle sue vesti più cupe:

sarai muto tu, mio difensore?

No, angelo radioso, parla per me,

spiega perchè io abbia scagliato lontano il mondo.

Perchè con tanta ostinazione ho evitato

il comune sentiero che ognuno ha seguito,

perchè ho percorso una strada sconosciuta,

ignorando a un tempo potere e ricchezza –

le ghirlande della gloria e i fiori del piacere.

Un tempo apparivano creature divine;

un tempo forse udirono i miei voti,

e sui loro altari videro le mie offerte;

ma, doni senza amore non sono apprezzati,

e i miei vennero disprezzati giustamente.

Con un cuore pronto ho giurato

di ignorare i loro altari di pietra;

ho consacrato il mio spirito ad adorare

te, creatura fantasma, onnipresente;

mio schiavo, mio compagno e mio re.

Schiavo, perchè ancora ti governo;

ti piego alla mia volontà che vuol mutare,

rendo buono o cattivo il tuo influsso:

compagno, perchè la notte e il giorno

tu sei la mia intima delizia.

Pena tanto amata che lacera e ferisce

e strappa dalle lacrime un grido di gioia

offuscando per me ogni terrena cura;

tuttavia, re, se pure la prudenza

ha insegnato alla tua schiava a ribellarsi.

Sono in torto se mi inchino a venerare

là dove la fede non ha dubbi, nè la speranza dispera,

poichè la mia stessa anima può esaudire la preghiera?

Parla, dio delle visioni, parla per me,

spiega perchè io ti abbia scelto!

Emily Jane Bronte

Annunci

3 pensieri su “Emily Jane Bronte

  1. Emily, descrivi la lacerazione interiore allo scoccare di un Amore Reale, mai prima esperito, al piu’ sognato, vagheggiato.
    Difficile , esser l figli di un Pastore, ove la manifestazione Carnale dev’esser Rimossa, quantomeno castigata, sedata, vista la rovinosa caduta delle protagoniste bibliche.
    Difficile esser Donna, in maturazione ormonale- che qualcosa vorra’ pur dire- ai tempi della coincidenza fra Virtu’ ed onore.
    Hai scorto la Lama che Fende: uno Sguardo…
    Piu’ potente del Dardo, la Punizione.
    Certo, hai scorto il Perdono, oltre la Tentazione.
    L’Amore è così: un Desiderio Peccaminoso- si fa per dire. accolto da una Conferma Complice.
    Il Peccato della Conoscenza, la cui pena è lo Scotto della Vita Insieme.
    ECCO CHE LE caRNI SI mESCOLANO, GLI sPIRITI SI cONFONDONO, PERMEANO.
    EMILY, sei LA SINTESI DEL RIGORE DI Charlotte e la dissolutezza del fratello maggiore.
    Emily sei Modernissima: ancor oggi Precorri le Avanguardie Femministe.
    Hai Visto, Letto, l’Anima profonda dell’Uomo, quella a lui stesso Sconosciuta.
    Resterai Insuperata, per sempre, credo.
    La sensibilita’ piu’ affine a Te, forse la Dickinson: matura e deliziosamente femmina,aulica e tormentata, si arresta pero’ davanti all’Abisso.
    Tu, seconda, anagraficamente, delle Bronte, invece, ti avviluppi, precipiti, ghermisci e col Sacrificio personale della carne,fosse sol Proiettata, nello Slancio, Salvi.
    Davvero, piu’ di così, solo Kristo…
    Tu, sei un vera Stella: confesso la mia infima inconsistenza, assai poco luminosa…
    Davvero hai dato un Luminosita’ Platonica , degna della piu’ consistente delle scepsi, a quella Sensazione incommensurabile, Divina, di solito relegata alle sentimentalistiche debolezze, venalita’, sdolcinatezze delle Donne.
    Sei Oltre i Barbuti e Barbosi filosofi maschi del tuo, mio,sciagurato e dall’Impronta Maschilistica, Tempo.
    Quella che in me appare palese Follia, in Te, Saggia Certezza…

    Ho combinato un Disastro, riduttivo, nel Descriverti: Perdonami, se puoi.
    Perdonatemi anche Voi, Amici ed Amiche, di Nico.
    Nico, no: credo sia Stufo…
    Come dargli Torto: tagliatemi la Lingua o , meglio, le Dita…

    Liked by 4 people

  2. Non dire sciocchezze, che sei un tipo equilibrato…
    Son l’ultima delle creature, invece.
    Attorno a me, una Lussureggiante, dalla bellezza Incommensurabile, Foresta di alberi della Vita, ai tuoi piedi.
    Nostro Signore, Difensore, Angelo, Re.
    Esistente dalla Notte dei Tempi, misconosciuta, Inesplorata.
    Ancor oggi, essì…
    E’ sufficiente Contemplarla, Amarla, Sorriderle, Sussurrarle tenere ed appassionate Parole d’amore.
    Lo dice Emily, dopotutto, non ti pare?
    Che vuoi, io son giusto un frammento di Pietra, focaia…

    🙂

    Un’Oasi, questo Luogo.
    Parla al posto nostro, di Te.
    Non servono voci, rumori: la Tua Presenza è a noi Bastante.
    Buona notte, Angelo delle Donne.

    Liked by 3 people

..dimmi ciò che pensi.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...