Riflessioni Personali…..la melma puzzolente del finto blog “rivoluzionario” (parte II)


 

OT informazione

Onestà intellettuale signica avere coraggio di esprimere le proprie opinioni anche in presenza di bestiali censure, perchè come diceva Borsellino, la paura è umana, ma la si può combattere  con il coraggio. 

Alcuni utenti coraggiosi del “blog stellare”, questa mattina hanno scritto come la pensano sul caso Pizzarotti, noncuranti del fatto di poter essere bannati, eccovi alcuni loro commenti…..

 

immagine presa dal web
immagine presa dal web

 

 

E’ da molto tempo che non intervengo Pur rimanendo fedele al M5S.
Stavolta però non posso trattenermi.

Ha ragione Scanzi quando afferma che il M5S non veda l’ora di far autolesionismo.

La faccenda di Pizzarotti è un autogoal madornale.

Stiamo a guardare la forma trascurando la sostanza. Capisco che mancando una autorità dirigenziale condivisa e comune, insita del resto nel fatto che il M5stelle sia un movimento – esso debba riferirsi alle forme prestabilite.
Ma in questi casi non si deve essere più realisti del re: non bisogna far di tutto per dare argomenti d’attacco ai nemici -scusatemi la parola, ma sì sono nemici, non più avversari p0litici.
In particolare coloro (Il PD) che hanno buttato a mare ogni istanza sociale e la stessa loro storia.
Evidentemente la possibilità di coltivazione dei loro minuscoli orticelli locali riesce a fargli sopportare il lezzo e il gusto della merda ammannita loro dal toscano del 41% da quando l’hanno creato segretario del partito che Fu di Gramsci.

Per i fatti Pizzarotti et simili, vedete di rientrare con un po’ di onore e tanta umiltà…
Importa che non ci tagliamo i cosiddetti da noi stessi !!!!

Giuseppe Flavio, vicenza 14.05.16 11:45| 

 

boomerang, autogol, non c’è organo di diffusione che non rilevi questa ridicola dimensione nella quale ormai definisce il mov.

Incapacità e incompetenza, assenza del pur minimo criterio di buonsenso.

Sbaraglio sotto ogni aspetto: se volevate il potere avreste dovuto appoggiare i ‘pezzi’ più efficienti del vostro entourage e, semmai, aiutare quelli meno capaci come Nogarin.

Se volevate sembrare coerenti con una certa democrazia, avreste dovuto evitare di essere sprovvisti di un regolamento chiaro e per tutti. Evitare di usare mezzi manifestamente all’opposto, come una fondazione, come portare soldi in banca e spacciarli per micro credito.

Secondo quanto risulta in queste ultime ore, Pizzarotti potrebbe anche denunciarvi e, comunque, vi siete giocati il futuro politico.

Adios 14.05.16 17:52|

 

Già, per chi valgono le regole e chi le decide?

@ Beppe Grillo, lo Staff e il M5S.

Restando nel nostro piccolo, porrei una questione che ritengo fondamentale per la Trasparenza: definiamo intanto chi è il M5S, chi è lo Staff, e le regole che stabiliscono i rapporti fra queste entità, in particolare quali poteri decisionali ha lo Staff di Grillo sul M5S.

E’ un dato di fatto che Grillo è proprietario del simbolo e dunque decide Lui e non il M5S, a chi concederlo o negarlo.
Questo però, come ha sentenziato anche il tribunale di Roma, non è legittimo perchè contrasta con le regole del Non Statuto a cui devono sottostare tutti i 5Stelle, inclusi Grillo e lo Staff.

Ora lo Staff, forse supportato dal Direttorio, ha deciso di sospendere Pizzarotti per mancata trasparenza, non mi risulta però che nel Marzo scorso Grillo, o il suo Staff, abbia comunicato al M5S che era indagato dal Tribunale di Roma, né che ad Aprile è stato condannato con obbligo di reintegro degli espulsi.

Se la trasparenza è il primo dovere,
ritengo che primo dovere sia rendere trasparente la questione dei rapporti interni al M5S “leaderless”.

Buongiorno.

Giulia V. 14.05.16 12:54| 

 

 

Fate attenzione, che se Pizzarotti fa causa al Movimento, la vince e questo sarebbe un ENORME DANNO D’IMMAGINE, molto superiore a quello che gli si addebita. (Credo che Pizzarotti si riferisse proprio a questo con la sua frase “adesso ci divertiamo”).

Secondo me, poiché l’avviso di garanzia è per “ concorso in abuso d’ufficio”, Pizzarotti non può essere sospeso dal suo incarico; la legge Severino è chiara: un amministratore pubblico è sospeso su richiesta del Prefetto e del ministero dell’interno ( e non su richiesta di Grillo, Direttorio o “popolo del blog”) se è stato condannato, anche solo in primo grado, per reati come corruzione, concussione, abuso d’ufficio e peculato.

Qui non c’è nessuna condanna.

Inoltre, qualsiasi regolamento o accordo che sia in contrasto con la legge E’ NULLO.

marina s. 14.05.16 13:14| 
Annunci

3 pensieri su “Riflessioni Personali…..la melma puzzolente del finto blog “rivoluzionario” (parte II)

  1. sai una cosa Nico, dopo aver letto i tuoi articoli sul blog del M5S, ho deciso di frequentarlo per qualche settimana non senza provare un vero senso di smarrimento, smarrimento che mi ha preso dopo aver letto commenti di assoluta gretteza umana, e mi son detto, se questi sono gli Italiani che credono ad occhi chiusi a quello che dice il “guru” di turno, allora capisco il perchè siamo ancora in questa situazione politica, purtroppo meritiamo davvero questa politica che ci governa, come meritiamo anche questa finta e insulsa opposizione che abbiamo.
    Hai ragione tu quando dicesti in un articolo di qualche mese fa che non esistono più distinzioni tra le varie formazioni politiche, tutte sono “agglomerate” nell’unico progetto che interessi loro, Governare, Governare e Governare in ogni modo possibile anche scendendo a patti con il finto avversario politico, tanto oramai hanno fatto in modo che gli Italiani non riescano più ad individuare cosè buono e cos’è cattivo, tanto ci hanno confuso le idee, e sul quel blog è palese questa evidenza.
    Fossi in te risparmierei le energie per qualcosa di più forte, qualcosa di più eclatante che faccia smuovere le coscienze, so che hai la possibilità e le conoscenze giuste nel “cuore” degli apparati di controllo, o no?
    Non meravigliarti di nulla Nico, sono uno a cui interessa molto le menti sveglie e preparate, posso dirti che non ce ne sono molte in giro e quelle poche occorre seguirle e aiutarle, un vecchio pensiero di Corneille fa al nostro caso, cosi recitava….“Il fuoco che sembra spento spesso dorme sotto la cenere.”
    Ti auguro un sereno sabato e una splendida domenica.

    Artemisio

    Liked by 3 people

  2. Mi meraviglierei, se soltanto ci fosse ancora qualcuno che avesse dei dubbi sulla natura vera del movimento… E siccome, ogni tanto ne salta fuori ancora qualcuno, allora non passa giorno che non provi una certa meraviglia…
    Grazie infinite per il post ed un caro abbraccio

    Liked by 2 people

  3. Se può servire ad informare, vi lascio da leggere un piccolo articolo tratto da alcuni gionali di ieri in cui si capisce bene il differente trattamento usato con Nogarin e Pizzarotti, sono tutti concordi nel dire che oramai il M5S risulta essere una “scuderia” privata nelle mani di imprenditori che la gestiscono con piglio manageriale, la politica è un paravento per coprire altre attività.

    Ciao Lupo, buona serata 🙂

    Per Pizzarotti la comunicazione di garanzia della procura di Parma è una “scusa” con cui il cerchio magico grillino, nel nome della “trasparenza”, si è liberato del suo primo e più importante sindaco, ma anche primo contestatore interno. Gli spasmi dell’M5S sono in apertura per i Tg delle 20 e Tg2, e abbondantemente presenti in tutti gli altri. Difficile trovare stasera un Tg che, oltre alla corretta cronaca, proponga qualche giustificazione per la scelta di (?) Grillo e/o Di Maio e/o Casaleggio jr. Mentana segnala che, in piena campagna per le amministrative, l’assist lanciato dal Movimento ai suoi competitor è plateale. Gli imbarazzati interventi degli esponenti parlamentari M5S che, ex post, giustificano una decisione – quella della sospensione – decisa attraverso un post di Grillo e comunicata da una mail anonima, sono facilmente contraddetti dalla conferenza stampa pomeridiana di Pizzarotti.

    Molti Tg segnalano – come preannunciato ieri sera da Tg La7 – la difformità di comportamento nei confronti del sindaco di Livorno Logarin che, per altro, si “affretta” a ribadire la diversità delle due condizioni per garantirsi la mano leggera del Movimento. Uscendo dal seminato dei nostri Tg, segnaliamo il profetico editoriale di Ezio Mauro oggi su LaRepubblica che mette in risalto la caratteristica sostanzialmente distruttiva e autodistruttiva delle “regole”, draconiane quando flessibili, che vigono nel movimento.

    Liked by 2 people

..dimmi ciò che pensi.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...