Riflessioni Personali….grazie a tutti gli amici per avermi aiutato a capire!!


 

 

immagine presa dal web
immagine presa dal web

 

 

Cari amici di penna, rispondo ai vostri commenti che avete lasciato qui facendomi capire come funzionano le dinamiche nel mondo virtuale e nei vari blog….

Nell’articolo di qualche giorno fa, vi ho chiesto di aiutarmi a capire perché occorre dare tanta importanza alla reale identità di una persona con cui interagiamo  e non a quello che questa persona dice scrivendo, ho chiesto inoltre, se alcuni commenti fossero davvero sinceri oppure ipocrite adulazioni per entrare nelle grazie del blogger a cui sono rivolti.

 

Dunque, Cartesio molto tempo fa scrisse…

“....vorrei che le poche persone oneste fossero tutte riunite in una città. Allora sarei ben felice di lasciare il mio eremo per andare a vivere con loro, se mi volessero accogliere in loro compagnia. Sebbene, infatti, rifugga la moltitudine per la quantità di insolenti e importuni che vi si incontra, non smetto di pensare che il più gran bene della vita è gioire della conversazione delle persone che si stimano.”

questo piccolo brano è  esemplificativo del mio pensiero e cioè, la rete è un bellissimo posto dove ognuno può esprimere in totale libertà le proprie opinioni o il proprio “sentire”, e vista la totale libertà, il web è anche il posto dove ognuno può costruirsi una realtà virtuale che potrebbe essere sincera perché rispecchierebbe la realtà oggettiva personale , oppure essere il posto dove poter creare una realtà fittizia per far credere di essere qualcun’altro rispetto al proprio Essere oggettivo, comunque sia, ogni profilo sincero o ipocrita che sia, resta sino a prova contraria il profilo ufficiale di quel blogger.

Detto questo, a me non interessa tanto sapere la vita privata di coloro che seguo, quanto quello che scrivono e nel caso non condividessi appieno ciò che leggo sarei portato automaticamente a lasciare un commento che possa aprire un eventuale confronto su quel particolare concetto, il confronto apre la nostra mente ad altre esposizioni, ci rende consci del fatto che esistono altre opinioni diverse dalle nostre, altre forme di cultura, altre sensibilità, quindi per me è il confronto che regola le diverse dinamiche sul web.

Ricorderete quando qualche mese fa mi trovai ad interagire con un blogger ( Buddha in mimetica) a cui non piaceva il confronto perché non voleva essere contraddetto (ci credo che non era abituato al confronto essendo lui un alto Ufficiale del nostro esercito, quindi abituato a dare ordini e non a discutere gli stessi) , in quel caso rimasi davvero dispiaciuto non per i miei commenti che vennero censurati ma per il fatto che non rispose mai a quella semplice domanda…. a cosa serve la guerra?… evitando cosi di confrontarsi su questo tema.

Con i blogger che seguo costantemente invece il discorso è diverso, ognuno di noi ha quella cerchia di amicizie virtuali che si è creato nel tempo, persone con cui si hanno punti di vista in comune ma anche persone con cui è possibile avere un vero confronto che sia propizio per noi di nuove conoscenze culturali, persone che stimo per la loro preparazione culturale, per l’impegno civile, per mettersi comunque sempre in gioco anche su temi diversi dalla loro preparazione, di queste persone non mi chiedo se nella realtà quotidiana sono realmente loro o no, non mi interessa saperlo, a che pro poi?… a me interessa soltanto quello che dicono perché questa rappresenta una forma di arricchimento culturale e umano.

Anche perché nel caso in cui fossimo interessati per qualsiasi motivo ad una persona, esiste il contatto in forma privata, allora si, in questo caso dovremmo toglierci la maschera ed essere noi stessi, questo perché tante cose non si possono raccontare nel pubblico come lo si fa di solito nel privato, vuoi per non creare gelosie o invidie, ma anche per non dare la possibilità a nessuno di creare nei nostri confronti, eventuali “attenzioni” non desiderate, si sa, quando decidiamo di prendere una “posizione” potremmo essere bersaglio della bieca ignoranza di persone senza cultura e senza pensiero.

 

Tempo fa scrissi qui queste parole…..

 

“..Nella vita reale e non in quella apparente, siamo costretti nostro malgrado ad accettare la materialità della stessa, quindi ad accettare denaro in cambio dei nostri servizi, quanto più denaro avremmo a disposizione tanta più generosità potremmo espandere verso gli altri, atti concreti e non parole, ecco quindi la necessità del denaro per aiutare concretamente chi si trova in difficoltà. Quindi perché essere ipocriti, avere disponibilità economica non rappresenta qualcosa di immorale, immorale casomai è l’uso che ne facciamo dello stesso.
Quindi parlare di maschere non ha senso, perché far finta di “essere” o “non essere” chi realmente siamo serve al travestimento a cui siamo obbligati, perché questo è indispensabile quando si vive in una società malata basata sull’ipocrisia, sull’invidia, sulle dicerie, dove l’individualismo cinico ha preso il posto di valori come solidarietà, altruismo e generosità, quindi qualsiasi maschera io indossi, nulla toglierebbe a quello che faccio quotidianamente con le mie azioni che sono sempre reali……”

 

Una cosa ve la posso dire però, per il semplice fatto di essere una persona diretta, tutti dicono che ho un “brutto” carattere, ma questo non mi crea disturbo se non per il fatto che nasconde l’altra parte del mio carattere che è fatta di tanto amore e solidarietà.

 

Vi lascio con una frase di Pirandello, questa…”L’onestà che cos’è? Niente. Un’astrazione, una pura forma. Se io devo essere onesto, bisognerò che io dia corpo a questa pura forma.”
L’onestà non è una cosa astratta, ma prende forma con la consapevolezza di non aver mai tradito il nostro pensiero e le nostre idee che anticipano sempre il nostro agire.

 

Vi abbraccio tutti, in particolare gli amici che hanno lasciato un commento:

Cocoricò

Adelfo

Martina

Pietro

Dora

Veronica

heipenny

Silvia

Carlotta

Papillon

Filippo Fabio

Dora Buonfino

Salvatore

Grazie del vostro aiuto!!  🙂

 

Nico (max weber)

Annunci

5 pensieri su “Riflessioni Personali….grazie a tutti gli amici per avermi aiutato a capire!!

  1. La Guerra serve a regolare le Secche della Democrazia, così si chiama la nostra applicazione capitalistica.
    Ovvio che un Macellaio non dica cosa significhi la Guerra agli Animali.
    All’infuori delle Elites, esiston Subumani e sottoposti.
    Gerarchia della Sopraffazione.
    Non c’è nulla da Capire: fin troppo Chiaro.
    Tutti lo sanno, tranne le Vittime: le Masse.
    Ancora Bestie da Scannare.
    Il Mito della Crescita infinita, in un mondo Finito non ha che un risultato: Macello.
    Presto piangeremo, Tanto…
    Eppure bastava non comprare le Fiat, le Sky, gli Abbonamenti allo stadio,i Mc Donald, la Coca, il nuovo Apple, l’Esselunga , la Fi.a Corta…
    Time Out: senso Unico verso il Precipizio.
    Buona giornata, decisamente in Allegria…

    Liked by 2 people

  2. che hanno brutto carattere si dice di tutti quelli che parlano apertamente e senza peli sulla lingua, ne deduco che si ha un bel carattere quando si finge o si mente. Pertanto io sono felicissima di avere un brutto carattere e di interagire con chi ha un brutto carattere.

    Mi piace

..dimmi ciò che pensi.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...