Francesco de Gregori


 

A tutti quelli che vedono la guerra come uno  strumento per combattere il terrorismo, a tutti quelli che credono nella guerra preventiva, a tutti quelli che credono sia necessaria la guerra per espandere la democrazia, a quelli che vogliano la guerra ma che sia il più lontano da casa loro e a quelli che dicono di essere obbligati a farla per obbedire a degli ordini, a tutte queste persone vorrei chiedere, avete mai annusato l’odore del sangue e il puzzo della Morte?

Nico (max weber)

 

 

 

 

Generale

 

Generale, dietro la collina
ci sta la notte crucca e assassina,
e in mezzo al prato c’è una contadina,
curva sul tramonto sembra una bambina,
di cinquant’anni e di cinque figli,
venuti al mondo come conigli,
partiti al mondo come soldati
e non ancora tornati.

Generale, dietro la stazione
lo vedi il treno che portava al sole,
non fa più fermate neanche per pisciare,
si va dritti a casa senza più pensare,
che la guerra è bella anche se fa male,
che torneremo ancora a cantare
e a farci fare l’amore, l’amore delle infermiere.

Generale, la guerra è finita,
il nemico è scappato, è vinto, è battuto,
dietro la collina non c’è più nessuno,
solo aghi di pino e silenzio e funghi
buoni da mangiare, buoni da seccare,
da farci il sugo quando è Natale,
quando i bambini piangono
e a dormire non ci vogliono andare.

Generale, queste cinque stelle,
queste cinque lacrime sulla mia pelle
che senso hanno dentro al rumore di questo treno,
che è mezzo vuoto e mezzo pieno
e va veloce verso il ritorno,
tra due minuti è quasi giorno,
è quasi casa, è quasi amore.

 

Francesco de Gregori

Annunci

4 pensieri su “Francesco de Gregori

  1. Non Uccidere.
    Quinto Comandamento ( che si porta appresso l Trasgressione agli altri Nove…).
    Senza se neppure Ma.
    Imperativo categorico.
    Non c’è scritto per difesa, ne pur per conto Terzi.

    Lui ha affrontato Disarmato i suoi assassini e li ha Vinti.
    I Terribili RomaniImperialisti: gli analoghi delle SS dell’Epoca, degli USA del Fat Boy ed Enola Gay,
    fautori di Holocausti.

    Gesu’, Resuscitava i Morti.
    I Soldati, ammazzano i Vivi.

    Non c’è Storia.
    I Ladri, son da tanto di Cappello, al Confronto.

    Liked by 2 people

  2. Mladic si fa vedere sulla scena dai giornalisti, che osservano i soldati serbi mentre distribuiscono acqua e pane agli sfollati e gettano dolci ai bambini. “Non abbiate paura – dice Mladic davanti alle telecamere. – State calmi, calmi. Lasciate che donne e bambini vadano per primi. Verranno tanti autobus. Non abbandonatevi al panico. State attenti che nessuno dei bambini si perda. Non abbiate paura. Nessuno vi farà del male”.

    Il 13 luglio inizia la grande mattanza in un’atmosfera di esaltazione collettiva:
    “La stagione di caccia è al culmine… presi al bersaglio non sono solo gli uomini al servizio del governo bosniaco… ma anche donne, pure quelle incinte, bambini e vecchi… su alcuni si spara o li si ferisce, ad altri vengono tagliate le orecchie e alcune donne sono state stuprate”.

    Nella città bosniaca di Srebrenica, vicino al confine serbo, vennero uccisi 8mila musulmani .

    Questi son i Soldati che ci Difendono dall’Isis.

    Liked by 5 people

  3. Ot: storiella della sera, per sdrammatizzare Mein Fuhrer Max Lucifer…
    Riforma Renzi: tagli alla Sanita’, alle Cure.

    Orazi e Curiazi vanno alla Guerra.
    Feriti, vengono Ricoverati.
    All’Ospedale ( anche se il Manicomio, sarebbe piu’ adatto).
    Chi , tra i Salvi, o almeno, Salvini..?

    Soluz.: O razi ( non ,o nazi) ovvero, no cure, no Curiazi…
    Notte, Lucy- ferro ( vecchio…).
    Dai, si scherza, amore.

    😉

    Liked by 2 people

  4. Il Soldato sancisce il Fallimento di uno Stato.
    Se nasci Agnelli o Monti, anche se non ti scosterai dalla Nullita’, non morrai di Fame.
    Diverso, se nasci Cacace, magari nelle terre di Mafia, dove sei Nessuno.
    In alcuni luoghi, si lascian le case aperte, senza steccati.
    I portafogli smarriti, vengon riconsegnati intatti.
    Non ovunque, non in tutti i posti, non per Tutti.
    Allora, la Scelta, diventa un Obbligo.
    Ti danno un Abito, un Pasto, un Numero.
    Sei Qualcuno.
    Se Dotato, potrai ambire all’Accademia.
    Se Fenomeno, avrai anche Stellette.
    Se un Santo ti Benedice, anche la Stella di Generale.
    Generale, adesso i tuoi Fratelli, ti Stimano: non Ucciderli.
    Butta i Carri armati ed empili di Govoni di Fieno.
    Piega la Spada e Forgia un Vomere.
    Ti ho Conosciuto, ti ho Amato.
    Non sei un Coglione come i Tanti.
    Ogni Figlio di ogni Mamma, sei Tu.
    Non ti Chiedo altro.
    Ti ho gia’ Dato Tutto…
    La Vita, se Vuoi.
    Tanto mi Conosci, sai dove Prendermi.

    Mi piace

..dimmi ciò che pensi.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...