Riflessioni Personali…..Il blog della morale e delle chiacchiere!!


 

 

immagine presa dal web -La Morale-
immagine presa dal web
-La Morale-

 

 

E’ da molto tempo che volevo scrivere questo articolo, ho sempre rimandato perchè ho voluto osservare meglio il blog in questione, si esatto, oggi parlerò di un blog in particolare.

E’ naturale per chiunque legga questo articolo, pensare di esserne protagonista, quindi per non creare confusione ho deciso di mettere tra le “righe” alcuni indizi che soltanto il proprietario del blog in questione potrà riconoscere, quindi nessun allarme per tutti gli altri, parlerò di un blog specifico senza però farne il nome.  😉

Ho un account Fb lo ammetto, ma ammetto anche di non sfruttarlo, anzi, negli ultimi mesi l’ho quasi dimenticato e non certo per incuria ma perché penso che questo Social rappresenti una grande illusione, dove tutti possono scrivere di tutto, dove è possibile cambiare persino la propria identità,  un uomo potrebbe diventare donna e allo stesso modo, un ragazzo potrebbe farsi passare per uomo maturo e viceversa, non è di questo che voglio parlare anche se mi sarà utile più avanti.

.

In molti avrete notato il mio interesse verso il M5S, interesse nel darvi vere informazioni su questo finto “movimento rivoluzionario” , informazioni che il più delle volte possono essere scambiate per dei veri e propri “attacchi” personali, in realtà rappresentano invece la mia voglia di svelare cosa si nasconde dietro il “putrido pantano” dei pentastellati, pantano dove l’ipocrisia, la menzogna, gli interessi economici del comico e del suo giovane “socio”, lo scherno verso coloro che pongono domande scomode, il dileggio gratuito ad opera delle “mezze tacche” di uomini dello staff verso coloro che non si uniformano ai “duri e puri”, costituiscono il vero terreno in cui mi muovevo insieme ad “altri amici”, qualche anno fa.

Scoperta poi la grande menzogna di quel movimento, io e questi “altri amici” decidemmo dopo una grande “battaglia” filosofica contro il Pierino Ricca soprannominato “capra /strunzer”, di abbandonare quel posto, e rimettendomi in gioco, decisi di aprire questo blog,  dietro di me anche uno degli “altri amici” aprì il suo blog rifugio, a questo punto chi dovrebbe capire, penso abbia già capito.

Agli inizi era tanta la mia amicizia con questo blogger tanto da scambiarci commenti, auguri, articoli e poesie, però ad un certo punto questo “amico” scoprì che io non ero quella persona che lui pensava io fossi, no nessun inganno, a volte le nostre idee possono non collimare con il nostro stato sociale, ma questo non significa che siamo degli imbroglioni, anzi al contrario, questo modo di essere dovrebbe rappresentare il presupposto (sincerità) per avere ancora più stima da coloro che si dichiarano nostri amici, ed invece accade che non si può parlare di anarchia, di proletariato, di uguaglianza sociale se possiedi auto e orologi di lusso, barca e casa di campagna, si, perché nell’immaginario collettivo, lo stereotipo del “fratello proletario” è quello con i calzoni rotti, le scarpe bucate, un mutuo con rate scadute e un sussidio sociale non più alto di 600 euro.

Ma torniamo a noi, seguivo con passione questo “ex amico” blogger, quando ad un certo punto mi son visto bannare dei commenti interessanti senza un chiaro motivo, ma soltanto perchè scomodi in quanto scritti da un falso “proletario” come me, ho più volte chiesto il motivo di tale censura senza avere mai nessun riscontro.

Russel disse che abbiamo due tipi di morale fianco a fianco: una che predichiamo, ma non pratichiamo, e un’altra che pratichiamo, ma di rado predichiamo, questo è il concetto che vorrei far capire a quanti di voi seguono quel blog “rifugio” che trae molti dei suoi articoli da Fb, quel Social di cui si parlava prima, ove sono racchiuse tutte le “cazzate” del mondo,  cercarle, selezionarle per poi  postarle sul proprio blog e farle passare per articoli interessanti, quindi moralizzare il lettore, resta poi un gioco da ragazzi, ma non tutti i lettori sono scemi.

Il fatto che non tutti sono scemi non vuol dire che tutti hanno il coraggio di dire che sono “cazzate” quello che leggono, in questo modo non contribuiscono a far capire all’interessato che non abbiamo bisogno di morale, solo chi è libero da schemi mentali  potrà far notare le tante contraddizioni aprendo un confronto con la persona in questione, ma come già detto, se sei polemico o troppo diretto nei commenti vieni bannato, quindi niente più confronto e nemmeno rottura di coglioni.

Ora mi rivolgo a te caro “ex amico”, come puoi parlare di moralismo, di etica, di mancanza di cultura nella massa, di menti ottuse, di cittadini vigliacchi, di complotti ai danni dei popoli se TU stesso predichi una cosa poi ne agisci un’altra?...pensi davvero che siamo tutti dei coglioni addormentati?...perché ti ostini ancora a difendee il M5S quando conosci il marciume che esiste al suo interno?….perché invece di postare articoli che ti vengono scritti dall’amico comune “Heracles” e di cui non ne percepisci l’importanza, non scrivi invece cose semplici e magari comprensibili, ma frutto del tuo pensiero?.…e poi dimmi, qual’è il tuo Pensiero sui “falsi rivoluzionari” da tastiera, sei anche tu uno di quegli stupidi “DURI E PURI” che si fanno infinocchiare dal piccolo imperatore Davide e dal suo amico Peppino?…se vuoi fare informazione, devi essere chiaro e sincero quando scrivi, devi raccontare quello che è successo e succede in quel blog, tutto il resto, specialmente quello che prendi da Fb…… sono solo CHIACCHIERE!!

Si, ora lo sai, sono anche un grande “testadicazzo” oltre che finto proletario!!

Buona vita!

 

Nico

 

 

p.s. Se vorrai commentare (allo stesso modo potrà farlo anche Heracles), potrai farlo sotto ed io ti risponderò,  non banno nessuno come invece fai tu, io amo il confronto anche quello più duro, lo sai, non mi sono mai tirato indietro, le cicatrici sul mio corpo, quelle delle lotte vere, ne sono la prova.

 

Annunci

26 pensieri su “Riflessioni Personali…..Il blog della morale e delle chiacchiere!!

  1. Nico da un po’ di tempo seguo questa tua campagna sui M5S; ho degli amici su FB (confesso!) che ne portano avanti simili, non argomentate e “intelligenti”, permettimi la parola, come la tua, perche’ spesso oppongono slogan a slogan, un giochetto che lascia ognuno della sua opinione. Gli argomenti che esponi sono sempre circostanziati, provocatori senz’altro ma adesso capisco che non vengono solo da una osservazione esterna, ma interna. Io penso che non siano il male ne purtroppo la cura… frutto di fallimenti di un quarto di secolo almeno; il nulla (ideale) dopo la caduta degli ideali; una classe dirigente senza cultura ne memoria; un movimento nato sulla rete incapace di far rete al proprio interno. Purtroppo dall’altra parte c’e’ il nulla o la politica politicante; c’e’ l’istrione di turno con i fuochi di artificio; c’e’ un pensiero unico che non si scalfisce. Non sono sicuro insomma che siano il peggio del peggio… se si scatenano le Albe Dorate anche qua, siamo fritti. Sono stato un po’ confusionario ma questo fenomeno mi inquieta, non riesco a capirlo e non capisco dove ci puo’ portare. Un caro saluto.

    Liked by 4 people

    1. Ciao (e ciao Nico) mi verrebbe da dire che la soluzione a tutto (seppur a tappe certo) sarebbe il Comunismo ma senza consapevolezza e senza coscienza (di Classe) si chiude ancor prima di aprire. Il problema dell’Italia (ma diciamola tutta, del Mondo) è che questo sistema che collassa si mangia anche le speranze e la possibilità di vedere un futuro migliore. Nel 1900 mica le politiche erano perfette (gli errori si son fatti anche a Sinistra, anche se le conquiste sono state tantissime) ma era una mentalità diversa, votata al sacrificio e non all’immobilismo individuale…si combatteva per la collettività per esempio. Ovviamente parlo di chi stava a Sinistra, di certo i reazionari combattevano su tutt’altri fronti. 😀
      Il populismo (come la Storia insegna) viene sempre fuori in situazioni del genere ed usa i malori come pretesto per compensare le mancanze di una classe dirigente ma poi, in concreto, si cambia poco e nulla (si può anche peggiorare sul lungo andare). Ci vuole (ci vorrebbe) una botta…di Cultura soprattutto.

      I movimenti di Destra Sociale (le Albe Dorate come le chiami tu) devono essere ostacolati in tutti i modi…anche dalla Rete, in quanto pullulano pure sul Web. Far capire loro che le pensioni (per dire) non le ha create il Duce, anche se stranamente circolano cazzate del genere 😀 non so se mi spiego!
      Io ho 24 anni dunque non posso arrendermi ma dato che si vive in un periodaccio, bisogna stringere i denti.

      Ciao a todos!

      Liked by 5 people

    2. Siamo in un periodo di regresso culturale nonostante le nuove tecnologie di comunicazione permettono di avere una risposta ad ogni nostra domanda, permettano di interagire con chiunque quando abbiamo voglia di contattare qualcuno, permettono inoltre di essere informati su qualsiasi cosa accada nel mondo, come ad esempio, conososcere la marca di shampoo usato da Bruce Willys…ahahah
      Mi permetto di scherzare caro Giorgio , per coprire la delusione che mi porto dietro da tempo, vedi, tutto vero quello che hai scritto, anche quando dici che il M5S non è peggiore di quella politica che ci ha governato in tutti questi anni, già, non sono peggiori ma attraggono continuamente consensi aumentando quella base di elettori che farà loro comodo nella prossima tornata elettorale.

      Il problema nasce già in partenza, nasce quando prometti di FARE delle cose e poi non le fai, nasce quando prometti che nessuno rimarrà indietro e poi scopri che la povertà è aumentata considerevolmente, nasce quando proclami che all’interno del M5S l’Uno vale Uno e poi scopri che lo stesso movimento è di PROPRIETA’ del rampollo di un grande “genio” delle comunicazioni di massa che guarda caso, intervenne un paio d’anni fa a Cernobbio al Forum Ambrosetti, parlando a favore della finanza creativa, nasce quando all’interno del blog stellato sei “bannato” se esprimi dei dubbi sull’operato dei deputati, nasce quando scopri che non hanno aperto nessuna “scatoletta di tonno” come avevano promesso e mai lo faranno, nasce quando vedi assegnato il posto di eurodeputato a dei “body builder” e “camionisti” solo perché sono loro amici, questo anche se non hanno mai fatto parte attiva del movimento…..
      Vedi, ci sono troppe incongruenze su questo movimento che aveva affascinato anche me che ho avuto da sempre un ideale anarchico, incongruenze che alla fine sono venute a galla scoprendo il grande inganno a danno degli elettori che si erano fidati, e questo mi manda in bestia, tradire la fiducia per me equivale ad una “condanna a morte”, chi tradisce la fiducia non è un Uomo ma un vigliacco, in questo periodo non ne abbiamo bisogno perché siamo già pieni di vigliacchi corrotti.

      Faccio solo informazione, forse provocatoria, ma occorre sia cosi per scuotere le coscienze di chi è stato tradito, altrimenti nessuno ascolterebbe, certo, facendo questo posso dare l’idea di combattere contro i mulini a vento, lo so, ma quando sarà il momento potrò dire a voce alta a tutti voi: Vi avevo avvertito!!
      Grazie per l’interessante commento che hai lasciato, ricco di spunti e riflessioni.

      Un abbraccio….

      Liked by 6 people

  2. Bakunin era aristocratico (anche se usava i soldi per finanziare le rivoluzioni), Marx faceva parte della piccola-borghesia rivoluzionaria (i figli dell’Illuminismo) e Lenin (anche se non era ricchissimo) pagava sempre di tasca propria le azioni rivoluzionarie, assieme agli altri del Partito.
    I soldi servono e quella gente mica li sputtanava in cazzate…ma per delle giuste cause. Ai tempi di Marx solo chi veniva da ceti sociali elevati poteva studiare (lo studio andava in base al censo) ma grazie a quelle possibilità che quei teorici hanno creato delle idee uniche…dunque non si possono usare certi pretesti per screditare chi si è fatto il mazzo. Il Comunismo (come l’Anarchia) partono di base per liberare le classi proletarie certo ma poi si elimina il concetto di classe sociale, dunque ricchi e poveri vanno via per far nascere una Società migliore ed equa. Una delle mete del Socialismo è il benessere a tutti, dunque eliminare la povertà. Proletario significa “ricco di prole” dunque di figli ma si intende anche la Cultura Proletaria che è un qualcosa di più grande.

    Questo molti non lo hanno capito e quindi se un compagno riesce ad avere una vita giusta, subito è un radical chic….eh no, non per forza è così. Manca poco si da di salottiere a Marx oppure a Proudhon!

    E’ l’ignoranza Nico, i pregiudizi…comunismo=povertà (un pregiudizio che c’è dai tempi di Marx). Sostanzialmente è gente che si caga sotto di fronte al cambiamento… 😀

    Liked by 5 people

    1. Grazie per le belle parole Ade, sai che certi pregiudizi sono duri a morire come sai che sono immune dai giudizi dati da persone che non mi conoscono realmente.
      Grazie ancora!
      Passa una bella serata 🙂

      Liked by 2 people

  3. Torno a leggerti nella speranza di trovare finalmente qualcosa di interessante e coinvolgente ed eccomi accontentato. La tua natura schietta e battagliera, decisa ogni oltre ragionevole dubbio nel mettere in chiaro fatti e svelare retroscena, al di là delle questioni rappresentate in questo post, è ancora una volta in primo piano. Fidandomi di te, non ho dubbi da nutrire sulle tue affermazioni e mi permetto soltanto di aggiungere che purtroppo siamo circondati dalla falsità, dalla doppiezza, dalle mistificazioni.
    Purtroppo i social network costituiscono strumenti efficaci nel propagare le bugie e nel far sembrare vere le cose più false di questo mondo.
    Il punto è che non ce la caveremo mai più giacché gli strumenti di utilizzo di tali social network sono talmente sofisticati, da essere diventati indispensabili, forse più del frigorifero o del riscaldamento di casa.
    Personalmente sono ormai un libero pensatore e non mi sento affiliato ad alcun movimento politico né affine ad alcun partito. Rimango però fortemente nostalgico di un periodo della mia vita in cui i ragazzi come lo ero io, scendevano in piazza a rivendicare diritti che gli venivano negati mentre oggi constato amaramente che i giovani si lasciano travolgere solo dalla “viralità” del web, prendendo le parti e propagando le idee del furbastro di turno.
    Buona serata carissimo Nico. 🙂

    Liked by 7 people

    1. Bentornato caro Piero, per me è sempre un vero piacere averti come ospite..
      Che dire dopo quanto hai evidenziato con impeccabile semantica se non il fatto di essere d’accordo con te su tutto?
      Altro conto è invece il modo con cui faccio informazione su questo movimento, forse troppo provocatorio ma mai oltraggioso, ciò che scrivo è provato con esperienza diretta e mai frutto di fantasia, peccato aver scoperto che anche “loro” fanno parte del sistema , anzi, vengono aiutati dagli Yankee che sperano di mandarli al potere nella prossima tornata elettorale, come sostituti di un PD che oramai sta tirando le cuoia e di cui non si fidano più.
      Come vedi, qualsiasi sana proposta politica vedesse la luce,attirerebbe subito l’interesse dei grandi Poteri, e quando questo accade, stai sicuro che quella “proposta” politica sarà debitrice nei loro confronti venendo costretta a fare i loro interessi e non più quelli dei cittadini, il mondo gira in questo modo per colpa di uomini senza etica e senza valori, la politica intesa come arte di governare non ha colpe, è l’uomo che rovina tutto.
      Ciao carissimo, un abbraccio..

      Liked by 4 people

  4. Ho letto con molto interesse testo e commenti poiché l’essere liberi ci porta a pensare ed elaborare con la propria testa dei pensieri e delle idee personali che ci rendono sempre unici. Il social sta distruggendo i neuroni come facevano una volta gli stupefacenti… e ci piace così essere massa che segue stupidi o stupidate… senza nulla togliere a chi ha voluto fare la scelta dell’essere stupido x trarne profitto. La questione politica rivoluzionaria che voleva fare il m5s non poteva reggere poiché siamo esseri umani e la storia narra che di fronte al potere si pensa a se stessi. Il problema maggiore secondo me in italia resta la mancanza di riconoscere a chi merita. Ma ritorniamo sul discorso che siamo esseri umani e prima o poi caschiamo tutti nel vortice del potere e ” se posso aiutare una persona. . Non lo faccio?!?!?!” E qua casca l’asino… o meglio qui cascano tutte quelle teste che si son fatte il mazzo per studiare… sacrifici ” non mamma e papà alle spalle” e si trovano a consegnare cv a spa dove la gestione familiare nn gli permetterà mai di fare altro al di fuori di fotocopie. W gli anni di studio buttati nel wc.

    Liked by 4 people

        1. Fammi fare il cattivo… Né pianti né risa… Rivoluzione. Pacifica, incruenta e senza purghe politiche. Ma credo che un nuovo ’68 a codesti imbecilli, miopi e truffatori, di destra, di centro e di sinistra, non glielo risparmierà nessuno. Confido ancora nell’intelligenza unica e incontestabile (né tassabile) ricchezza del genere umano. 😊

          Liked by 3 people

            1. Credo che siamo seduti su una tale polveriera (economica, politica e sociale) che non dovremo aspettare così tanto. A meno che la generazione che io definisco “mille euro” ovvero i quasi trentenni che poverini devono elemosinare un lavoro, non abbia definitivamente rinunciato a trovare una soluzione. I giovani sono una grande risorsa in tutti i sensi. Ma l’Impero Toscano ne sta facendo scempio… Speriamo che si sveglino!

              Liked by 1 persona

  5. È sempre interessante seguire i tuoi sfoghi personali, soprattutto quelli che riguardano una parte del tuo vissuto sul piano politico. Come te ho abbracciato il M5s fin dagl’inizi, dalle prime urla nella rete, e col tempo ho visto ciò che tu hai visto, rodendomi il fegato per il tradimento, più che mai evidente in questi giorni, dei fondamenti del movimento. Tuttavia non posso dire di essere stato attivo in seno al movimento quanto te, anche se l’ho fatto in altri modi, ma non sapendo i retroscena, sono sempre stato come quelli che pensano che almeno non sono i peggiori e che si può ancora sperare in un serio cambio di rotta. Oggi non è facile parlare di politica italiana, come non lo è di quella straniera, ma per il semplice fatto che non è possibile ritrovare quegl’ideali che erano ben definiti nel periodo della mia adolescenza (parlo degli anni 70-80), quando la Dc e il Comunismo si facevano sì battaglia, ma con dignità, e inoltre la gente sapeva bene di cosa parlare senza seguire le varie correnti solo per prendere un like in più. Ciò non vuol dire che era tutto all’acqua di rose o non bisognasse guardarsi le spalle, tutt’altro, ma oggi si vive in un caos di proporzioni bibliche che fidarsi è sicuramente sinonimo di fregarsi, motivo per il quale in molti stanno scegliendo la strada della totale anarchia. Ma se anche loro hanno fallito, dove bisognerà volgere lo sguardo per poter ritrovare il vero senso della politica o un barlume di sovranità nazionale?
    Ti abbraccio

    Liked by 2 people

    1. La sovranità nazionale è una presa di culo…da sempre!
      La soluzione è in una Rivoluzione Culturale ma di tutti…pensare al proprio orto non ha senso (se oggi siamo messi male, ovunque, è proprio perchè tanti tirano acqua solo al proprio mulino e non va bene).

      Liked by 2 people

..dimmi ciò che pensi.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...