Riflessioni Personali…Terremoti, magnitudo e risarcimenti…quale verità?


 

Castelsantangelo sul Nera (Mc) - Casa di riposo -
Castelsantangelo sul Nera (Mc) – Casa di riposo –

 

 

Terremoti, magnitudo e risarcimenti…quale verità?

 

Amici carissimi, vi assicuro che non è bello sentire la terra muoversi sotto i piedi, non è bello sentire quel sordo boato che precede il terremoto e a cui non riesci mai ad abituarti, sono momenti di panico che ti inducono senza poter ragionare a “fuggire” da casa e scendere in strada.

Come già saprete perche ne ho già parlato qui, io ho paura dei terremoti, una paura che viene da lontano, da quando quella sera del 24 novembre del 1980, fui costretto insieme ad altri “commilitoni” a fermarmi in un centro militare (invisibile) nella provincia di Napoli per riposare e poter raggiungere poi il giorno dopo Lioni, questo per prestare aiuto alla popolazione civile, Lioni è uno dei tantissimi centri dell’Irpinia che fu colpito in modo irrimediabile dal terremoto del 23 nnovembre del 1980.

Quella sera una delle tante scosse di assestamento fece crollare il soffitto di quel vecchio convento che ci ospitava, io fui colpito di striscio dalle macerie ma non riportai traumi importanti, solo qualche livido e tanta ma tanta paura, questo episodio provocò in me una sorta di fobia del terremoto, in quanto sono abituato a tenere tutto sotto controllo, e il fatto di non poter prevedere ciò che potrebbe accadere in simili situazioni, divento ansioso e di fatto inerme, contro il terremoto non puoi fare nulla, puoi solo subire e a me non piace subire senza poter fare qualcosa per difendermi.

Dunque torniamo a noi, questa mattina intorno alle 7.40 una fortissima scossa di terremoto ha colpito nuovamente il centro Italia, precisamente Norcia, Castelsantangelo sul Nera, Visso e altri piccoli centri, una scossa fortissima sentita anche lungo la costa dove abito io, in linea d’aria circa 50 km dall’epicentro del sisma.

La cosa strana, così come accadde qualche giorno fa ed anche il 24 Agosto, è la reticenza delle Istituzioni nel dire l’esatta magnitudo delle scosse telluriche, la scossa di questa mattina, dopo tanti “rimpalli” è stata fissata a 6.4 gradi di magnitudo rilevata ad profondità di 8 km, questo dopo che diversi istituti di sismologia europei davano inizialmente un valore 7.1

Ora veniamo al punto, come tante persone, anch’io non credo a simili “numeri”, non ci credo perché esistono talmente tanti interessi privati e pubblici da essere soddisfatti, oltre i quali noi non dobbiamo avere “accesso”.

Dire che le Istituzioni, in questo caso la Protezione Civile, possano “aggiustare” i numeri su mandato della politica non è fantasia, aggiustare i numeri significa non risarcire i danni a privati e non è poca cosa per le casse disastrate di uno Stato in cui TUTTI mettono mano per rubare, in questo caso l’unica Istituzione a fregarsene dei numeri è quella Cattolica, non a caso, indipendentemente dall’intensità dei terremoti, le chiese hanno la priorità negli interventi di ricostruzione, lascio a voi un momento di riflessione su questo aspetto, io l’ho già fatto.

Esiste infatti una legge che porta il nome di un senatore a vita chiamato Monti, datata 12 maggio 2012 e modificata poi il 12 luglio dello stesso anno, una legge fatta per non far capire nulla e modificata per far capire ancora meno, fare una legge che sia facilmente interpretabile da tutti forse è troppo difficile, ma fare una legge che sia una presa in giro per il cittadino, è al contrario molto facile, basta scrivere cose talmente ingarbugliate da non poter essere interpretate nemmeno dagli stessi legislatori, ma…..E’ COSI CHE FUNZIONA L’ITALIA!!

Sotto potete leggere il DL inerente la legge sui risarcimenti da eventi sismici, non cercate di capire perché non c’è nulla da capire, un terremoto può essere di alto magnitudo ma di bassa intensità, oppure potrà avere alta intensità ma basso magnitudo, dunque….

PENSATE QUELLO CHE VOLETE, MA CON QUESTA CLASSE POLITICA (non parlo di destra o sinistra ma di persone) ANDREMO SEMPRE PIU’ A FONDO!

 

Legge Monti: cosa dice esattamente?

La citata legge Monti si riferisce al DL numero 59 del 15 maggio 2012 (decreto legge approvato 5 giorni prima del sisma dell’Emilia Romagna, quindi) con il quale si riorganizzava la Protezione Civile e nel cui articolo 2 si leggeva: “al fine di consentire l’avvio di un regime assicurativo per la copertura dei rischi derivanti da calamità naturali” esclude “l’intervento statale, anche parziale, per i danni subiti da fabbricati”.

Questo articolo, però, è stato successivamente soppresso dalla Legge 100 del 12 luglio 2012.

 

Magnitudo o intensità?

 

L’inesattezza maggiore della notizia virale che sta circolando in queste ultime ore, però, riguarda la magnitudo dei terremoti che non c’entra nulla con il risarcimento danni, il cui calcolo si basa, invece, sull’intensità del terremoto   😀

A spiegare cosa intende con intensità è lo stesso Istituto Nazionale di Geofisica: si tratta degli effetti del sisma sull’ambiente, sulle cose e sull’umo. L’intensità è calcolata sulla scala Mercalli mentre la magnitudo è calcolata sulla scala Richter, Sul sito dell’Istituto si legge che intensità e magnitudo “sono misure non sempre correlabili; terremoti forti in zone disabitate o con edifici antisismici non causano danni e hanno quindi gradi bassi di intensità. Viceversa, piccoli terremoti in aree con costruzioni non adeguate possono provocare danni e determinare gradi alti di intensità”.

Ma perchè allora, alcuni siti esteri hanno parlato di magnitudo 6.2 mentre i media italiani hanno parlato di magnitudo 6.0? A spiegarlo è sempre l’Istituto Nazionale di Geofisica che chiarisce che sono diversi i modi in cui la magnitudo è misurata e cose come questa possono succedere senza che dietro vi sia chissà quale macchinazione.

 

Ora vi tutto più chiaro?  😀

 

Nico (max weber)

Annunci

26 pensieri su “Riflessioni Personali…Terremoti, magnitudo e risarcimenti…quale verità?

    1. Ma si, Viva l’Italia, presa a tradimento, l’Italia assassinata dai giornali e dal cemento, l’Italia con gli occhi asciutti nella notte scura,
      viva l’Italia, l’Italia che non ha paura…ricordi questo brano di de Gregori?
      Buona domenica, cara Blu … 😉

      Liked by 1 persona

        1. ..lo so cara Blu , per questo ho dato risalto a quel brano di de Gregori, siamo in trappola ed il bello è che facciamo finta di nulla…occorre scuotere le coscienze, occorre smetterla di subire le ipocrisie di una classe politica composta da persone a cui non affiderei nemmeno una bicicletta mentre loro sono convinti di poter comandare una nave…

          Liked by 1 persona

  1. Capisco cosa vuoi dire, anch’io ebbi la tua stessa esperienza quando tra una manifestazione e l’altra, feci il servizio militare in Friuli nel 1976, quindi so cosa si prova in quei momenti, non cercare oltre di farti capire, io ho conosciuto già quel senso di impotenza che ti coglie all’improvviso e contro cui non puoi far nulla, rimani inerme come hai detto bene tu.
    Ciao caro Nico, passa una serena domenica nel limite del possibile.

    Artemisio

    Liked by 2 people

    1. Artemisio, lei mi è davvero di grande aiuto, mi arriva limpida la sua saggezza, cercherò di farne tesoro.
      Le auguro un’intensa domenica di Cultura e serenità
      Grazie per la sua empatia “combattiva” 🙂

      Liked by 1 persona

    1. Bello, bello, bello questo tuo articolo, hai fatto riaffiorare in me immagini mai dimenticate, la coltre bianca che ammantò tutto, le facce impaurite di chi non avrebbe capito per giorni quello che gli fosse accaduto, la disperazione di chi perse i propri cari sotto le macerie, poi le urla, le imprecazioni ma anche le preghiere di coloro che attendevano di udire un lamento come segno di vita, la tenacia degli uomini del posto nello scavare a mani nude tra le macerie, la tenerezza di quel visino impaurito in cui spiccavano i grandi occhioni neri pieni di lacrime…
      Si Dora cara, il terremoto spazza via un parte di vita ma rende più forte quella che rimane, la rende più consapevole che tutto ha una fine, il terremoto rende visibile il vero dolore, la sofferenza ed anche la nostra finitudine, siamo il nulla di fronte alla forza della natura, teniamolo ben presente quando ci preoccupiamo di chi potrebbe…….vincere Il festival di San Remo o il Grande Fratello..
      Ti abbraccio e complimenti per l’articolo 🙂

      Mi piace

                    1. …l’illussione del benessere ha creato Uomini senza memoria, si sa, la memoria come i sogni ha bisogno di “immagini” .. ecco perchè occorre ricordare e trasmettere quelle “immagini”..al futuro di tutti.
                      Un abbraccio..

                      Mi piace

..dimmi ciò che pensi.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...