Riflessioni Personali…….basta con il buonismo da pecora, dobbiamo essere lupi!


 

foto segnaletica di un irriducibile (1977)
foto segnaletica di un irriducibile (1977)

 

 

 

Finiamola con il buonismo delle favole, tiriamo fuori la rabbia…….

 

Non ho scritto nulla in questi giorni ma ho letto tutto quello che avete scritto voi, ad essere sincero se tolgo pochissimi ma interessanti articoli di cultura e qualche altro di letteratura, quello che rimane è costituito dai soliti melliflui e sdolcinati auguri di buone feste che mi danno il “mal di pancia”. Tutto questo buonismo secondo me è eccessivo e deleterio, sembra  distogliere la nostra attenzione dalla realtà, annacqua il nostro pensiero critico e devia il nostro interesse  dalla politica che in questi giorni sta “scavando” di nascosto la nostra fossa con una raffica di aumenti.

Ho già speso tanto in questi due anni di blog, ho cercato di far capire che non esiste altra via d’uscita se non quella di far “sentire” subito al Potere politico la nostra rabbia e agirla con termini perentori, ho anche cercato di informare come cittadino sul costante e continuo aumento delle tasse, a dir la verità è notizia di questa mattina,  già avvenuto con aumenti complessivi di circa mille euro all’anno per famiglia (tributi, bollette energetiche, servizi, costi bancari e pedaggi), qui l’articolo .

 

Saranno le Banche ad essere aiutate e non il singolo cittadino in difficoltà!

Sono incazzato con tutti coloro che dicono che è impossibile cambiare questo Paese, per lo stesso motivo non nutro stima nei confronti dei finti rivoluzionari del M5S capeggiati da messer Grillo e dall’Imperatore Casaleggio jr. perchè sono coloro che stanno fermando la rivolta sociale di un popolo sottomesso, deriso e derubato.

La morale di questi individui  è rappresentata da quel “sentimento di sottomissione, coscienza di osservanza e obbligo” e come disse Ortega y Gasset senza questi valori si afferma soltanto una morale negativa che è nient’altro che la forma vuota di quella originaria, il filosofo sostenne anche che la rivolta genericamente si indirizza contro gli abusi e lotta per ridurre o eliminare del tutto gli stessi nell’ambito di un sistema politico e sociale.

Cari amici è arrivato il tempo di far valere i nostri diritti, occorre stanare per poi rieducare i “ruffiani” del Sistema che si annidano in ogni luogo, nel pubblico impiego, nell’informazione, nelle pieghe del capitalismo liberista, occorre cercarli anche dentro quelle autorità che proteggono il Potere con le armi, proprio in questi settori si annidano I VERI NEMICI DEL CAMBIAMENTO, I NOSTRI NEMICI!!

Le Rivoluzioni appartengono alle masse come disse Max Stirner, mentre la Ribellione appartiene al singolo, in una società individualista come la nostra che il Potere ha creato con il dividi et impera, la rivoluzione non potrà mai essere agita, sarà quindi la ribellione del singolo che darà il via alla ribellione di massa.

 

p.s. ultim’ora……mentre ci trastulliamo mangiando pandoro, panettone, torrone e quant’altro, il Governo con una votazione durata dieci minuti, oggi ha alleggerito le nostre tasche di altri venti miliardi di euro per salvare le banche, UN BEL REGALO DI FINE ANNO da parte della “nostra” politica.

 

Nico (max weber)

 

 

 

 

 

Annunci

6 pensieri su “Riflessioni Personali…….basta con il buonismo da pecora, dobbiamo essere lupi!

  1. Guardiamo al futuro incerto di questo meraviglioso Paese per cambiarlo e renderlo giusto per tutti, il passato ci ha dato l’esperienza per poterlo fare.
    Non sprecare lacrime nuove per vecchi dolori (Euripide)

    Buon anno caro, a te e famiglia!!

    Artemisio

    Liked by 1 persona

    1. Mi sei caro e lo sai, il passato è passato ma lascia sempre i segni di un destino mai realizzato, il passato serve a farci ricordare la rabbia, quella di cui si ha necessità nelle grandi occasioni.
      Mi hai capito lo so, ricorda che non servono eroi ma vite spese per onorare un Ideale.
      Ciao caro, auguri a tutta la famiglia 🙂

      Liked by 1 persona

  2. Nico vedo che concludi l’anno come l’hai iniziato, sempre agguerrito! Sui venti miliardi (che sono un’enormità!) io non sono del tutto contrario, a patto di: a) nazionalizzarle b) mettere in galera tutti i dirigenti c) salvare solo i correntisti fino a 100.000 euro e basta ma così pare che non sarà. Sui rincari previsti, magari un pò d’inflazione potrebbe fare bene se aumentassero anche gli stipendi, ma questo sarà molto difficile dato che tutto il regime di austerity comporta la compressione dei salari reali; ma il grosso problema in fondo è sempre quello: il lavoro. Perché se guadagno poco posso stringere la cinghia ed eliminare il superfluo, ma se non guadagno niente e in più aumentano le tariffe è tragica… ora a costo di farti venire il mal di pancia ti auguro buon anno!

    Liked by 2 people

    1. Giorgio carissimo, sei davvero un uomo in gamba, spero di conoscerne altri cento come te che non hanno paura di prendere posizione, ma tant’è…..
      Parleremo molto più di politica e di economia nell’anno che sta per arrivare, articoli più impegnativi e spero di un certo livello, mi farà immenso piacere avere sempre i tuoi lucidi e precisi commenti.
      Tanti auguri e un grande abbraccio.

      Nico.

      Liked by 1 persona

  3. ‘la fame fa scappa’ lu lupo dalla macchia’.
    A dirla come i vecchi della mia terra, non siamo ancora nella miseria nera che, come la storia insegna, fa muovere, fisicamente e ideologicamente, la massa verso il riscatto della propria dignità e del pezzo di pane.
    Anche se si muove, il singolo non fa proprio un bel nulla se il sistema è ancora forte e radicato nelle sue posizioni di egemonia, come non ho fatto un bel cavolo io, questa mattina ad urlare correttezza contro chi gestisce i conti condominiali, ed infatti nulla è cambiato, e io sono la stronza dell’ovile, musi neri e sguardi incazzati verso di me, umore pessimo per la sottoscritta: se non è ancora pronta una volontà collettiva, pronta perchè consapevole della propria effettiva situazione, si hanno solo casi sporadici di eroismo beffeggiato.
    Storia docet: fame e miseria hanno il potere di smuovere le acque … e finora hanno smosso solo quelle putride (dei suicidi).
    Oggi sono incazzatissima anche io.
    Tant’è.

    Liked by 2 people

    1. …a lu lupu ffamatu, nisciuno la mai fregatu…ahahaha

      Mina, quanno ce vò ce vò, dobbiamo incazzarci quando vediamo calpestati i nostri diritti o quelli degli altri, forse non servirà a nulla ma saremo onesti con noi stessi, un uomo da solo può far nulla, due uomini poco più di nulla, tre, già muovono qualcosa e quattro sono già un piccolo gruppo, si inizia sempre con poco diceva mio zio contadino, e visto che il poco è meglio di niente, è meglio iniziare che non iniziare mai.
      La penso come te, solo quando l’Italiano sarà affamato come un lupo, deciderà allora di ribellarsi, ma…..sarà troppo tardi.

      Serene feste, ciao cara…

      Liked by 1 persona

..dimmi ciò che pensi.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...