Pier Paolo Pasolini


 

“L’ apatia e la tolleranza sono le ultime virtù di una società morente”  (Aristotele)

 

immagine presa dal web
immagine presa dal web

 

 

da: Scritti Corsari, 1974

Il Potere ha deciso che siamo tutti uguali.

 

“L’ansia del consumo è un’ansia di obbedienza a un ordine non pronunciato.
Ognuno in Italia sente l’ansia, degradante, di essere uguale agli altri nel consumare, nell’essere felice, nell’essere libero: perché questo è l’ordine che egli ha incosciamente ricevuto, e a cui “deve” obbedire, a patto di sentirsi diverso. Mai la diversità è stata una colpa così spaventosa come in questo periodo di tolleranza. L’uguaglianza non è stata infatti conquistata, ma è una “falsa” uguaglianza ricevuta in regalo. Una delle caratteristiche principali di questa uguaglianza dell’esprimersi vivendo, oltre alla fossilizzazione del linguaggio verbale, è la tristezza: l’allegria è sempre esagerata, ostentata, aggressiva, offensiva. La tristezza fisica di cui parlo è profondamente nevrotica. Essa dipende da una frustrazione sociale. Ora che il modello sociale da realizzare non è più quello della propria classe, ma imposto dal potere, molti non sono appunto in grado di realizzarlo. E ciò li umilia orrendamente…Non è la felicità che conta? Non è per la felicità che si fa la rivoluzione? Oggi , questa felicità – con lo Sviluppo- è andata perduta. Ciò significa che lo Sviluppo non è in nessun modo rivoluzionario, neanche quando è riformista. Esso non dà che angoscia.”

 

.
Pier Paolo Pasolini

Annunci

14 pensieri su “Pier Paolo Pasolini

  1. Sante parole! Quanto mai attuale. Cercano di uniformarci tutti come dei robot,tutti con l’unico pensiero inculcato in testa,tutti facilmente controllabili e manovrabili. Così si perde la bellezza della diversità e dello scoprire il nuovo negli al

    Liked by 1 persona

  2. una persona come lui che ha preannunciato i tempi senza paura di metterci la faccia e che ha pagato con la vita la sua onestà intellettuale, andrebbe ricordato istituendo un giorno della memoria tutto per lui. Poesia, narrativa, teatro, cinema, sociologia, politica, saggistica e giornalismo, tutti a livelli altissimi, sono segni di un artista nel vero senso della parola, e gli “scritti corsari” dimostrano ancora una volta la sua vitalità e il suo coraggio.

    Liked by 2 people

    1. Grazie Giampaolo per questo bellissimo commento che condivido in toto.
      Pasolini, al contario di molti, ha avuto il coraggio di prendere sempre posizione, sembra una cosa semplice ma non lo è se pensiamo a quel periodo storico in cui tutti erano contro tutti, nella politica, in Parlamento ed anche nelle manifestazioni di piazza.
      Benvenuto in poesia&cultura!

      Mi piace

  3. Nella società odierna di sceglie -per fare un esempio- il percorso di studi per avere garantito un futuro economicamente solido, che ci consenta di COMSUMARE. Se dovessi descrivere scenicamente questa realtà, la dipengerei come un branco di zombie che si muove verso un’unica direzione per mera inerzia. Questa è l’infelicità. Pochi hanno il coraggio di ribellarsi per raggiungere i propri sogni e le passioni, per conquistare la felicità.

    Liked by 1 persona

..dimmi ciò che pensi.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...