Riflessioni Politiche……I “paraculi” del M5s !!


 

L’importante è trarre, dalle esitazioni di Grillo e dalla inquietante pochezza del gruppo di eletti e di dirigenti ai vari livelli del M5S, le necessarie conclusioni.
La prima: quanto accaduto poco tempo fa dimostra che M5S, per la sua stessa natura, non vorrà e non potrà mettersi alla testa della latente sollevazione popolare. Beppe Grillo non è il Cristo, egli è solo un precursore, un Giovanni Battista.
La seconda: che il compito ineludibile di chi vuole cambiare questo paese, non è solo comprendere che il cambiamento passa per la sollevazione; si deve finalmente capire che occorre costruire la sua forza dirigente. Quella che dovrà mettere ordine nel caos che sarà. È già molto tardi».

grillo-due

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Cinque stelle: “Tutti i contrordine di Grillo

 

articolo di ..Piemme

Ve le ricordate le giornate che seguirono il referendum mentre la casta tramava per mettere in sella Gentiloni?

Promettevano bene…

I Cinque Stelle tuonavano fuoco e fiamme: «Per noi qualunque nuovo governo non eletto dai cittadini non ha legittimazione per operare in nome del popolo italiano», diceva Giulia Grillo. Grillo in persona qualificava il nascente Esecutivo come “un’invasione di ultracorpi”.

Roberto Fico (che tra i leader di spicco ci pare quello con più sale in zucca nonché coraggio) rincarava la dose e adombrava  —come modestamente questo blog aveva suggerito— la possibilità di un Aventino disertando le aule di un Parlamento di fantoccio.

In quegli stessi giorni M5S ha annunciato ufficialmente, preceduta da alcuni flash mob locali, una grande manifestazione “per la democrazie e la dignità dei cittadini” per il 24 gennaio, ovvero il giorno in cui la Corte costituzionale dovrebbe esprimersi sulla legge elettorale.

.

CONTRORDINE COMPAGNI!

Era nell’aria. Con il pretesto del marasma romano seguito agli arresti di Marra e C., i 5 STELLE annullavano all’ultimo momento la prima delle manifestazioni che doveva preparare quella nazionale del 24 gennaio, quella a Siena sulla vicenda Mps. Nelle settimane successive vennero poi cancellati tutti i flah mob in preparazione. Era l’avvisaglia del dietrofront.

Proprio ieri infatti, con il benestare di Beppe Grillo (fisicamente presente a Roma) M5S ha ufficialmente abolito la prevista manifestazione nazionale del 24 gennaio.

«Roma, 19 gen. (askanews) – Il MoVimento Cinque stelle ha cancellato l’annunciata giornata di mobilitazione in piazza il prossimo 14 gennaio, in occasione della decisione della Corte Costituzionale sulla legittimità dell’Italicum. La mobilitazione è stata annullata in segno di rispetto per l’emergenza drammatica che sta vivendo il Centro Italia per il sisma e il maltempo. Lo si è appreso a margine della riunione M5S sulla comunicazione a Montecitorio a cui partecipa anche il leader pentastellato Beppe Grillo».

Si può credere al pretesto formale per giustificare il “tutti a casa”, ma riferito ai tanti cittadini che avrebbero manifestato la loro protesta? Io pendo per il no. Io vi leggo un segnale politico, indirizzato non solo alla propria base, ma alla casta. Che segnale? Che M5S non disturberà più di tanto il manovratore e che, (altro che Aventino!!) i Cinque Stelle staranno alle regole istituzionali del gioco (truccato). Detto brutalmente: un segnale soporifero di autoaddomesticamento.

Non è la prima volta che Grillo soffia sulla tromba della ritirata (che quindi non è più solo tattica). Ci tornano alla mente le infuocate giornate dell’aprile 2013, quando venne rieletto Napolitano alla Presidenza della Repubblica. “CONTRO IL COLPO DI STATO” Beppe Grillo fece appello agli italiani ad una marcia da Montecitorio verso il Quirinale:

«Il M5S da solo non può però cambiare il Paese. E’ necessaria una mobilitazione popolare. Io sto andando a Roma in camper. Ho terminato la campagna elettorale in Friuli Venezia Giulia e sto arrivando. Sarò davanti a Montecitorio stasera. Rimarrò per tutto il tempo necessario. Dobbiamo essere milioni. Non lasciatemi solo o con quattro gatti. Di più non posso fare. Qui o si fa la democrazia o si muore come Paese».

 Il 20 aprile Grillo si presenta presto nella piazza già gremita MA per invitare i presenti ad “arrendersi”, ovvero a tornare a casa. Poi ammetterà che il contrordine fu imposto lui dalla Digos, leggi Ministero degli interni. Su questo blog segnalammo subito che non era ammissibile avere due parti in commedia, incendiari e pompieri, ma tentammo di giustificare quella ritirata, che volemmo leggere come frutto del timore di scatenare l’inferno. [1]

Ora è sempre più difficile giustificare le mosse arrendevoli, se non abominevoli (vedi la decisione di aderire al gruppo liberista di ALDE) della cupola che dirige il Movimento, come “errori”. Se proviamo ad unire i punti del grafico viene fuori il disegno triste di una forza politica che si va inesorabilmente normalizzando, che man mano che si avvicina alla stanza dei bottoni, si va agghindando per risultare digeribile all’establishment oligarchico.

Non è più quindi solo per un conclamato cretinismo parlamentare che è stata annullata anche la mobilitazione del 24 gennaio.

Sì, dobbiamo ribadire il concetto: non si possono avare due parti in commedia: da una parte pretendere di rappresentare la protesta sociale e, allo stesso momento candidarsi a governare il Paese con mosse di mediocre cabotaggio per accattivarsi le simpatie dei poteri forti.

Prima o poi l’antinomia diventerà una esplosiva contraddizione.


da: sollevazione.blogspot.it

 

Annunci

2 pensieri su “Riflessioni Politiche……I “paraculi” del M5s !!

  1. Sono i classici paraculi,una succursale del pd per i disperati di sinistra. Grillo urla proteste sociali dall’alto del suo yacht in Sardegna,la Raggi si è dimostrata ancora peggio di quello che si pensava,a Parma Pizzarotti ha demolito la città. Chi crede che questi pagliacci siano dei rivoluzionari si sbaglia di grosso:sono solo bandieruole che vanno dove più gli fa comodo,a volte a Destra altre a sinistra. Ma sempre al potere puntano,tanto come quelli che criticano

    Mi piace

..dimmi ciò che pensi.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...