16 Marzo 1978 ……il rapimento di Aldo Moro!


 

“Erano da poco passate le nove del 16 marzo 1978 quando in via Fani , nel quartiere  romano di Monte Mario,un commando delle Brigate rosse bloccò l’auto sulla quale viaggiavano il presidente della Democrazia cristiana, Aldo Moro e due militari addetti alla sua tutela, e un’altra auto con a bordo tre agenti della Polizia anch’essi preposti alla protezione del parlamentare . In meno di due minuti furono esplosi oltre novanta colpi di armi automatiche. Più di quaranta andarono a segno, uccidendo i cinque uomini della scorta: Raffele Iozzino, Oreste Leonardi, Domenico Ricci, Giulio Rivera e Francesco Zizzi.

Aldo Moro fu trascinato fuori della propria auto e caricato su un’altra vettura. I brigatisti riuscirono a dileguarsi nel traffico. Alle 10.15, telefonate ad organi di stampa di Roma, Milano, Torino e Genova rivendicarono: “Questa mattina abbiamo rapito il presidente della Democrazia cristiana ed eliminato la sua scorta, le “teste di cuoio” di Cossiga, (l’allora ministro dell’Interno).” La strage e il sequestro furono compiuti emblematicamente nel giorno in cui il Parlamento era chiamato a dibattere e votare la fiducia a un governo di solidarietà nazionale appoggiato, per la prima volta dal 1947, dal Partito Comunista Italiano; per la costituzione di quel governo il presidente della Dc si era fortemente impegnato.” (fonte web)

foto tratta dal web

 

 

Ricordo benissimo quel giorno di trentanove anni fa, perché come spesso accadeva in quel periodo mi recavo a Roma da mio zio, quel benedetto pomeriggio nei pressi di Rieti, il pulman fu bloccato ad un posto di blocco dai Carabinieri per un controllo specifico sulle generalità di tutti gli occupanti, controllo conseguente al grande casino che scoppiò con il sequestro di Aldo Moro avvenuto la stessa mattina, caso volle che tutti avessero con sé il documento d’identità tranne io, e visto che (secondo loro) non apparivo come un buon soggetto, mi portarono insieme ad altri tre ragazzi in caserma per accertamenti, fu cosi che dovetti scomodare lo zio capitano che fece da garante nei miei confronti,  venni rilasciato con tante scuse (è stato bellissimo avere il saluto militare del comandante la caserma 😀 ).

Ripresi il pulman soltanto il giorno seguente perchè quello su cui viaggiavo, potè ripartire senza di noi dopo circa tre ore dal fermo.

Due giorni dopo il rapimento, le B.R. rivendicarono il rapimento di Moro con questo comunicato:

« Giovedì 16 marzo, un nucleo armato delle Brigate rosse ha catturato e rinchiuso in un carcere del popolo Aldo Moro, presidente della Democrazia Cristiana. La sua scorta armata, composta da cinque agenti dei famigerati corpi speciali, è stata completamente annientata. Chi è Aldo Moro è presto detto: dopo il suo degno compare De Gasperi, è stato fino a oggi il gerarca più autorevole, il teorico e lo stratega indiscusso di questo regime democristiano che da trenta anni opprime il popolo italiano. Ogni tappa che ha scandito la controrivoluzione imperialista di cui la Dc è stata artefice nel nostro Paese – dalle politiche sanguinarie degli anni Cinquanta alla svolta del centrosinistra fino ai giorni nostri con l’accordo a sei – ha avuto in Aldo Moro il padrino politico e l’esecutore più fedele delle direttive impartite dalle centrali imperialiste. »
(Brigate Rosse, primo comunicato.)

Dalla prigione delle B.R. Aldo Moro scrisse diverse lettere alla famiglia, agli amici di partito e degli altri partiti, alla curia romana e al Papa, poche delle lettere scritte da Moro giunsero a destinazione, fra queste, quella sotto scritta alla moglie pochi giorni prima di essere ucciso per mano dei Brigatisti Mario Moretti, Germano Maccari e Prospero Gallinari.

Nico (max weber)

foto tratta dal web

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La dolcissima lettera che Moro scrisse alla moglie…

 

A Eleonora Moro

(recapitata il 5 maggio, 4 giorni prima della sua uccisone)

 

Tutto sia calmo Mia dolcissima Noretta,

dopo un momento di esilissimo ottimismo, dovuto forse ad un mio equivoco circa quel che mi si veniva dicendo, siamo ormai, credo, al momento conclusivo. Non mi pare il caso di discutere della cosa in sé e dell’incredibilità di una sanzione che cade sulla mia mitezza e la mia moderazione. Certo ho sbagliato, a fin di bene, nel definire l’indirizzo della mia vita. Ma ormai non si può cambiare. Resta solo di riconoscere che tu avevi ragione. Si può solo dire che forse saremmo stati in altro modo puniti, noi e i nostri piccoli. Vorrei restasse ben chiara la piena responsabilità della D.C. con il suo assurdo ed incredibile comportamento. Essa va detto con fermezza così come si deve rifiutare eventuale medaglia che si suole dare in questo caso.

(…..)

E questo è tutto per il passato. Per il futuro c’è in questo momento una tenerezza infinita per voi, il ricordo di tutti e di ciascuno, un amore grande grande carico di ricordi apparentemente insignificanti e in realtà preziosi. Uniti nel mio ricordo vivete insieme. Mi parrà di essere tra voi. Per carità, vivete in una unica casa, anche Emma se è possibile e fate ricorso ai buoni e cari amici, che ringrazierai tanto, per le vostre esigenze. Bacia e carezza per me tutti, volto per volto, occhi per occhi, capelli per capelli. A ciascuno una mia immensa tenerezza che passa per le tue mani. Sii forte, mia dolcissima, in questa prova assurda e incomprensibile. Sono le vie del Signore. Ricordami a tutti i parenti ed amici con immenso affetto ed a te e tutti un caldissimo abbraccio pegno di un amore eterno. Vorrei capire, con i miei piccoli occhi mortali, come ci si vedrà dopo. Se ci fosse luce, sarebbe bellissimo. Amore mio, sentimi sempre con te e tienmi stretto. Bacia e carezza Fida, Demi, Luca (tanto tanto Luca), Anna,

Mario, il piccolo non nato, Agnese Giovanni. Sono tanto grato per quello che hanno fatto.

Tutto è inutile, quando non si vuole aprire la porta.

Il Papa ha fatto pochino: forse ne avrà scrupolo…addio!

Aldo

 

 

Annunci

10 pensieri su “16 Marzo 1978 ……il rapimento di Aldo Moro!

  1. Sembra incredibile che siano passati quasi 40 anni… non ammiravo Moro, ricordavo il famoso discorso “non ci faremo processare nelle piazze” quando scoppio’ lo scandalo Lockeed… ai ragazzi di oggi tutto cio’ non dira’ niente… si poteva essere avversari e acerrimi, ma le persone erano di una levatura superiore. Con Moro si chiuse la possibilita’ dell’accordo tra i due grandi partiti popolari per arrivare ad una democrazia dell’alternanza… che arrivo’ 20 anni dopo con ben miseri protagonisti, ed a quel punto era l’alternanza del pensiero unico. Il linguaggio dei brigatisti letto ora sembra quasi finto, tanto e’ pieno di stereotipi. Propaganda, certo… Che sarebbe successo se si fosse deciso di salvare Moro? Domanda inutile… la ragion di stato , l’opportunita’ politica, le spinte da oltreoceano, ed infine le paure congiunte della dc e del pci non lo permisero. Solo Craxi si espose, tatticamente per spezzare l’alleanza ma non so quanto mosso davvero da afflato umanitario. Gli appelli della moglie… il timido richiamo di Paolo VI… la “seduta spiritica” con Prodi… e la certezza che tutto ancora non si sa e non si sapra’ mai. Dopo questa tirata, mi pare di dover considerare per prima cosa che sto invecchiando, amico mio.

    Liked by 1 persona

    1. …nemmeno a me piaceva il Moro politico, anche se i politici di oggi sono improponibili al confronto, ma in quella situazione mi rattristai molto ed ebbi compassione per l’Aldo Moro Uomo, marito e padre…
      Solo Zaccagnini ebbe un grandissimo rimorso per non essere riuscito a convincere la Dc a trattare, non a caso lasciò la politica dopo il ritrovamento del corpo dello statista…morendo di pena qualche anno dopo.
      Eh si, caro Giorgio, il tempo scorre e con esso la nostra vita..
      Un abbraccio

      Liked by 1 persona

  2. 39nanni sono passati …
    Da ogni punto di vista la si voglia analizzare, fu una grossa mazzata … per il movimento, da allora il livello dello scontro fu innalzato dallo stato ad un punto tale che nessuno seppe resistere, neppure le br; lo fu per il paese e per il processo di decadimento dell’apparato dirigente (politico e deconomico) che si avviò in seguito.
    Difficile nel periodo solidarizzare con qualcuna delle parti, come è ancora difficile comprenderne le motivazioni.
    ciao Nico
    @giomag59: non stai invecchiando, siamo diversamente giovani 😉

    Liked by 2 people

    1. Come ho già scritto da qualche parte, ero spesso a Roma in quel periodo, partecipando a quasi tutte le manifestazioni del movimento 77…quel movimento che raggruppò molte sigle della sinistra extra parlamentare, da Autononia Operaia a Lotta Continua passando per i Radicali e gli Anarchici Libertari, quel movimento che un anno prima aveva sancito la rottura con la sinistra istituzionale, rottura che sfociò in un vero e ultimo conflitto che ha segnato la storia della società italiana: quello fra un’estrema sinistra antagonista ed il più grande partito comunista d’europa, assolutamente incapace, nella sua grettezza, di comprendere l’impulso al cambiamento reale. Incapace di sfruttare perfino la vittoria elettorale del 1975, occupato com’era a far professione di moralismo e di austerità.
      Ricorderai l’accusa che fu rivolta dall’allora giovane Sofri al vecchio Togliatti….che non era quella di non aver fatto la rivoluzione in Italia. Ma di averla impedita!…. (cit.)
      Ciao Pietro, un abbraccio

      Liked by 1 persona

      1. Accusa reale; soprattutto un Emilia-Romagna, il PCI si è caratterizzato, fin dal primo dopoguerra, come struttura economica, diversa non antagonista, piuttosto che partito politico. La sinistra radicale degli anni ’70 ha smascherato il progetto mettendolo in crisi.
        Un abbraccio, Nico 🙂

        Mi piace

..dimmi ciò che pensi.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...