Riflessioni Politiche…… Libertà di dissentire o gregge al pascolo sotto scorta?


 

“Finora, nel corso della storia la libertà dell’uomo è stata limitata da due fattori: l’uso della forza da parte dei governanti (essenzialmente, la loro capacità di sopprimere i dissenzienti) e, più importante ancora, la minaccia dell’inedia che ha pesato su coloro i quali fossero riluttanti ad accettare le condizioni di lavoro e di esistenza sociale loro imposte”.

Erich Fromm, La disobbedienza e altri saggi, 1981

 

Oggi a Roma si sono svolte varie manifestazioni e cortei per protestare contro l’anniversario dei sessant’anni per i trattati che diedero inizio all’Unione Europea, se non notate nulla di strano è evidente che per voi la Libertà è una cosa astratta e non ben delineata, se invece vi siete accorti che il Potere, tramite i suoi fidati “servi” chiamati dal popolo “Forze dell’Ordine”, non hanno permesso di manifestare sotto ai Palazzi che lo rappresenta, ma li hanno letteralmente accerchiati sul Lungotevere senza possibilità alcuna di muoversi in altre zone, beh, siete dei veri e attenti osservatori perché la Libertà per essere tale, non deve essere gestita da nessuno, ma solo da noi stessi e dalla nostra responsabilità.

Nico (max weber)

 

Ora fra il rogo ardente delle mie Idee anch’io son diventato di fiamma; e scotto, brucio, corrodo… A me devono accostarsi soltanto coloro che gioiscono contemplando ardenti vulcani che lanciano verso le stelle le lave sinistre esplodenti dal loro seno di fuoco […] Io mi dichiaro in guerra aperta, palese e nascosta contro la Società: contro ogni Società!  ”  ( Renzo Novatore)

 

foto tratte da: il fattoquotidiano.it

Ore 13.45 – Porta San Paolo (Vincenzo Bisbiglia) Inizio di uno dei cortei
Ore 13.45 – Porta San Paolo (Vincenzo Bisbiglia)1
Ore 14.30 – Porta San Paolo (Vincenzo Bisbiglia) I “servi del Potere” decidono dove è possibile manifestare
Ore 15.33 – Via Marmorata (Manolo Lanaro) Un gruppo di manifestanti bloccati dalle “Forze dell’Ordine” prima di mettere piede a Roma, vi sembrano facce da black block o da terroristi? Questo è il vero stato di polizia, la Prevenzione!
Ore 15.33 – Via Marmorata (Manolo Lanaro)1
Blocco preventivo come si usa in uno stato di polizia, di alcuni partecipanti alle porte di Roma
Ore 15.33 – Via Marmorata (Manolo Lanaro)2
Altro blocco preventivo di alcuni partecipanti alla manifestazione, è questa la Libertà di cui ci vantiamo?
Ore 16.14 – Testaccio (Vincenzo Bisbiglia)
Le Forze dell’ordine presidiano le vie di accesso ai Palazzi del Potere
Ore 16.35 – Via Marmorata (Vincenzo Bisbiglia)
Ancora un blocco delle “Forze dell’Ordine” per proteggere i Palazzi del Potere
Ore 16.52 – Lungotevere Aventino (Vincenzo Bisbiglia)
Sembra di essere ad una merendata tra amici anziche ad una manifestazione di dissenso
Ore 17.19 – Lungotevere Aventino (Vincenzo Bisbiglia)
Ore 17.22 – Altare della Patria (Alberto Sofia)
La Libertà di manifestazione tenuta sotto controllo dai “servi” del Potere
Ore 17.28 – Bocca della Verità (Vincenzo Bisbiglia)
Qui, alla Bocca della Verità, i nostri manifestanti hanno finalmente capito che non avrebbero potuto avvicinarsi a nessun palazzo del Potere, sono stati per così dire “tenuti al pascolo”.
Questa è la Libertà che ci concede il Potere!!!

 

 

Annunci

11 pensieri su “Riflessioni Politiche…… Libertà di dissentire o gregge al pascolo sotto scorta?

  1. Che dire? Oggi mentre ero a letto ho seguito i “notiziari” su Skynews24 e se non ho sentito male continuavano a ripetere notizie sulla giornata del Papa a Milano e provincia come se gli eventi di Roma non esistessero neppure. Vuoi vedere che tutti i romani sono venuti in massa a nord? Dalle foto del post infatti non sembra esserci poi così tanta gente… Correggimi se sbaglio.
    Concordo perché da tempo dichiaro anch’io che il nostro è uno Stato di Polizia. Altro che Stato di diritto!
    Aveva ragione Pannella.
    Ciao, Nico.

    Liked by 1 persona

    1. Lo so, il clero è sempre più importante dei nostri diritti..e la tv lo sottolinea con servizi dedicati, invece le manifestazioni di dissenso meglio non farle vedere in tv, non sia mai possano inculcare strane idee come quella di esercitare un diritto.
      Grazie Vicky… 🙂

      Liked by 1 persona

      1. Nico, io sono cattolica, convinta che il dissenso serva a crescere e a costruire. Anche per la Chiesa vale questo perchè è scritto nelle Beatitudini di cercare la giustizia. Tutto questo interpella sempre prima l’individuo e poi la comunità, sia essa religiosa o civile.
        Se qualcuno dovesse esercitare pressioni o tentare di convincermi a rinunciare alla mia libertà di pensiero risponderei che proprio in virtù della mia fede in Dio credo nella libertà individuale, come ti ho spiegato su. Forse, ripeto forse, solo l’amore, quello con la A maiuscola, potrebbe non convincere ma “attirarmi dolcemente” verso un cambiamento delle mie convinzioni. Questo avverrebbe per “fusione con l’altro” e non per persuasione.
        Spero di essere stata chiara… a volte mi faccio prendere dalla passione di un discorso… e non so dove vado a finire!
        Ti abbraccio,
        Vicky

        Mi piace

  2. Uno schieramento coi fiocchi, davvero temibili questi manifestanti! Sopratutto quello nella prima foto col cagnolino mi sembrava pericoloso. Io avevo persino rimosso che ci fosse l’incontro dei capi di governo… devono aver anche firmato una sorta di patto o di impegno ma non l’ho ancora letto. Tra l’altro la tecnologia aiuta ancora di più il controllo… comunicazioni digitali, droni, per organizzarsi ci vogliono i pizzini…

    Liked by 1 persona

    1. Ah! caro Giorgio, la Politica, quella che conta sta facendo bene il suo mestiere, crea in noi il bisogno di chiedere più sicurezza, usando la scusa del terrorismo islamico, dei black block, dei ladri extracomunitari e via dicendo…. e noi accettiamo di cedere parte della nostra Libertà in cambio delle loro rassicurazioni in termini di lotta alla delinquenza, peccato però che gli atti delinquenziali non diminuiscono. Siamo costantemente controllati, sanno tutto di noi, dai nostri gusti ai nostri vizietti….ahahahah
      Sette miliardi di persone nel mondo, tenute sotto controllo dall0 0,0067% della popolazione, circa 400.000 uomini dai poteri illimitati, se questa è uguaglianza e libertà, allora posso dire che la battaglia del 1815 si svolse a Tolentino e non a Pollenza. 😀 😀 😀
      Ciao caro..

      Liked by 1 persona

      1. Aarghh!!! no Tolentino no! per il resto hai ragione, ci siamo assoggettati volontariamente al grande fratello… mi ricorda quel film dove tutti vivevano sottoterra perché gli facevano credere che fuori c’era il deserto nucleare, ed arrivati a trent’anni o giù di lì si doveva morire per lasciare lo spazio a chi rimaneva… poi scoprirono che era tutto un inganno, e tutto il sistema crollò.. il disordine è funzionale all’ordine ma solo dal disordine può nascere un nuovo ordine… devo averlo letto da qualche parte ma adesso non voglio ricordare dove 🙂

        Mi piace

  3. Poi i Black Blocs non sono anarchici, sono sbirri infiltrati. Provato più volte… ma di cosa stiamo parlando? 😀
    L’Italia degli ultimi anni campa su questi luoghi comuni: i crimini vengono fatti solo dagli stranieri (se li fa un italiano è per via della crisi, dunque è giustificabile), i black blocs sono gli eredi di Bakunin e Malatesta (come no). 😀

    Vallo a spiegare al vile italico medio che per 2 soldi, crede anche agli asini che volano.

    Liked by 1 persona

..dimmi ciò che pensi.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...