Ciao Nicky …..che il viaggio ti sia lieve!


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

“Domani, continuerò ad essere. Ma dovrai essere molto attento per vedermi. Sarò un fiore o una foglia. Sarò in quelle forme e ti manderò un saluto. Se sarai abbastanza consapevole, mi riconoscerai, e potrai sorridermi. Ne sarò molto felice.” (cit)

R.I.P  (1981-2017)

 

 

Riflessioni Politiche…..siamo un Paese che sta per soccombere!!


 

“Se non state attenti, i media vi faranno odiare le persone che vengono oppresse e amare quelle che opprimono.” (cit.)

 

Voglio essere sincero, è il momento di scoprire le carte e dirvi cosa penso degli Italiani che in verità ho sempre chiamato ITALIOTI, dunque, da circa quattro anni sono impegnato nel virtuale per dare un piccolo aiuto a chi è digiuno di macro economia, spiegando che NON esistono i presupposti affinchè il nostro Paese possa tornare ai livelli di benessere antecedenti il 2008.

Ho cercato in tutti i modi di avvertire che le dinamiche economiche ma anche quelle politiche, non avrebbero permesso una ripresa nell’immediato, anzi, oggi come oggi ad essere ottimisti si dovrebbe recuperare qualcosa dal 2025 in poi, ma attenti, ho usato il condizionale perchè nulla farebbe credere ad una eventuale crescita nei prossimi 5 anni, il MES (meccanisco stabilità Europea), il FISCAL COMPACT (patto di bilancio europeo) e il VINCOLO del pareggio di bilancio nella Costituzione, rappresentano ostacoli insormontabili che faranno sprofondare questo Paese nella povertà più assoluta (Grecia docet).

Quello che mi fa rabbia e mi rende perplesso in tutto questo è l’assenza di un qualsiasi riscontro da parte degli stessi Italiani, è come avessi la sensazione che tutto ciò che scrivo da anni non venga creduto, eppure non racconto balle, non sono un mitomane, non cerco gloria, non voglio nessuna attenzione, ho solo a cuore le persone e il mioPaese.

Dicevo, l’indifferenza degli Italiani mi colpisce non poco perché nulla è cambiato nella politica,  infatti, Renzi dopo un periodo di incubazione di 6 mesi è tornato al comando di quel partito chiamato PD che rappresenta la vera DESTRA, il M5S della Casaleggio &Partners, nonostante abbia preso per il culo dieci milioni di elettori, si sta avvicinando al 30% se non addirittura oltre, e gli Italiani cosa fanno?..NULLA, non manifestano nemmeno la loro rabbia, gli Italiani sono una grande massa di ignoranti che sanno solo lamentarsi, chiedere e sperare, ma dico io,  RIBELLARSI no? Volete sapere una cosa?… tutto quello che ho detto e scritto sino ad ora era sempre rivolto agli altri perché da parte mia ho quanto basta per vivere serenamente per lunghi anni, mi spiace dirlo ma è così. GOOD LUCK ITALIANS!!

Nico (max weber)

 

 

https://poesiacultura.wordpress.com/2015/05/03/riflessioi-personali-economia-e-finanza/#comments

https://poesiacultura.wordpress.com/2015/05/04/riflessioni-personali-quale-futuro-in-italia/

https://poesiacultura.wordpress.com/2015/06/01/riflessioni-personali-sistemi-economici/

 

Il ceto medio, la nuova povertà

Una interessante mail di un Italiano che ha capito da tempo quello che tutti gli altri non hanno capito.

 

ABBIAMO I DEBITI MA SPENDIAMO DI PIU’

“La manovrina di correzione annunciata dal governo Gentiloni anzi Renzi, pardon da Padoan, è pura fuffa in attesa delle elezioni.
Rimandate le clausole di salvaguarda, la solita lotta all’evasione, nessuna riforma del catasto (ma guarda un pò), qualche taglietto di spesa, aumento di alcool e tabacchi, ma pura fuffa. Intanto viene anticipato un DEF dove si elargiscono ulteriori mancette agli statali,un dejavu del governo del giglio magico che ci ha portato al punto in cui siamo.
E dove siamo ci si chiede? Siamo impantanati in un debito pubblico di oltre 2250 miliardi. A gennaio è aumentato di 32 miliardi in un solo mese nonostante l’incremento delle entrate tributarie grazie alla “generosità” degli sconti verso il contribuente che aveva debiti verso equitalia, pardon l’Agenzia delle Entrate.
PIL visto al ribasso, crescita al ribasso, privatizzazioni all’osso, ormai abbiamo venduto tutto e tagli di spesa neanche a parlarne.
I venditori di pentole però parlano di taglio del cuneo fiscale e lo fanno con la naturalezza di una foca che prende il sole in attesa della tempesta artica.
Le nostre banche sono sempre più indebitate e i mercati credono sempre meno nell’Italia visto che il termometro dello spread continua a salire facendoci lievitare il costo sui debiti.
Allora? Tutto nello stile del giocatore d’azzardo,tutto rimandato ad Ottobre perché gli elettori non si possono deprimere nei mesi estivi. Eppure l’autunno verrà e si parlerà di manovrona altro che quella annunciata dal maggiordomo di Renzi. Si sforeranno i 20 miliardi, forse 30 con la mannaia dell’aumento dell’iva e senza aver risolto un solo problema strutturale.
Qualcuno dice che poi ci saranno le elezioni, appunto quelle maledette elezioni che rimbecilliscono gli uomini alla guida di questo stato di morti viventi”.

 

Bruno da Napoli

 

Riflessioni Personali…….chiedo aiuto agli amici blogger!!


 

Si sa, WP da molto tempo decide per noi se seguire o meno un determinato blog, sicuramente sarà capitato a molti di voi di essere cancellati come follower,  all’improvviso e senza nessuna comunicazione da alcuni blog con la conseguente mancata notifica degli articoli postati dallo stesso.

Oggi invece chiedo il vostro aiuto per sapere se oltre a quanto sopra, vi è anche capitato di trovare un VOSTRO LIKE senza averlo lasciato, in uno dei qualsiasi blog che seguite,  addirittura senza aver mai letto nemmeno l’articolo su cui compare il vostro gradimento.

Così, giusto per capire se succede soltanto a me.

Grazie a tutti.

Riflessioni Personali….Otto bugie sul sesso a cui bisogna smettere di credere, secondo i sessuologi!!


 

Quasi ogni giorno, durante le sessioni di terapia, i sessuologi ascoltano i loro clienti condividere pensieri e convinzioni sul sesso che non sono semplicemente sbagliati e falsi, ma anche dannosi per la loro vita sentimentale.

Di seguito, alcuni sessuologi ci parlano dei pregiudizi più diffusi di cui hanno sentito parlare nei loro studi. (Allarme spoiler: alcuni fra i miti più diffusi nascono dall’idea che il sesso debba essere spontaneo. No, in realtà bisogna lavorare sodo).

immagine presa dal web

 

 

 

 

Mito n°1: Gli uomini devono essere “pronti” sempre e ovunque.

Nonostante ciò che pensano molte persone, gli uomini non sono fatti per avere prestazioni sessuali “su richiesta”. Non sono dei robot. Il sesso non avviene e basta. Un uomo può essere stanco, preoccupato, distratto o avere dei sentimenti da elaborare, che possono riguardare anche la partner. Inoltre, invecchiando, gli uomini potrebbero aver bisogno di una stimolazione diretta del pene prima e durante l’attività sessuale. Il sesso non riguarda solo te, ma è un piacere reciproco. Chiedi al tuo uomo cosa lo eccita e poi agisci di conseguenza, come partner attiva e impegnata.

Stephanie Buehler, psicologa e sessuologa che gestisce il The Buehler Institute.

.

Mito n°2: Se non raggiungi l’orgasmo, non è sesso.

Sbagliato! Il sesso non è solo avere un rapporto e raggiungere l’orgasmo. Se siete convinti di questo, è il momento di essere più creativi e realistici sul sesso e su ciò che comporta. Il sesso è fatto di baci, abbracci e massaggi sensuali. Il sesso è stimolazione orale, manuale, masturbazione reciproca e stimolazione anale. Il sesso è fatto di linguaggio spinto, lettura di romanzi erotici, visione condivisa dei porno, giochi di ruolo e condivisione delle fantasie. Ampliate la vostra idea di sesso, fate calare la pressione, e a beneficiarne saranno il vostro godimento e il vostro piacere .

Moushumi Ghose, sessuologa e autrice di Classic Sex Positions Reinvented.

.

Mito n°3: Devi sentirti “sufficientemente sexy” per goderti davvero il sesso.

Forse è colpa dei media e del porno se le donne credono che sia necessario un corpo stupendo per essere attraenti e godersi il sesso. Generalmente, gli uomini non fanno caso ai “difetti” fisici di una donna. Pensano solo “Oddio, una donna nuda accanto a me!”. Come ho suggerito alle mie clienti, non importa che aspettano abbiate, se amate il vostro corpo anche gli uomini faranno altrettanto. Questo implica anche coltivare un sano apprezzamento della propria fisicità. Quando una donna inizia a vedere le sue imperfezioni come accattivanti particolarità, avrà iniziato ad amarsi in un modo che le consente di amare gli altri .

Diana Wiley, terapista matrimoniale e familiare e sessuologa a Seattle, Washington.

.

Mito n°4: l’infedeltà sessuale è dovuta a qualche mancanza nella relazione.

Alcuni si concedono delle scappatelle perché non sentono appagati i loro desideri nella relazione, ma è solo una delle tante ragioni dell’infedeltà. Molte persone felicemente accoppiate hanno delle storie semplicemente perché se ne presenta l’occasione. Disponibilità, facilità della cosa e rischio minimo sono tutti fattori che possono condurre a “tresche occasionali”. Alcuni sono più inclini ad agire d’impulso. Per lo stesso motivo nei supermercati le corsie con gli alimenti base sono in postazioni prevedibili, mentre gli articoli da “acquisto compulsivo” si trovano in fondo e vicino alle casse .

Gracie Landes, sessuologa e terapista matrimoniale a New York.

.

Mito n°5: L’orgasmo vaginale è facile da raggiungere.

La gente crede ancora che l’orgasmo vaginale sia facile e raggiungibile senza difficoltà. In verità quasi tutte le donne necessitano di stimolazione clitoridea per avere un orgasmo. Vi sorprenderebbe sapere quante clienti restano scioccate di fronte a questa notizia — e alcune di loro sono dei medici. L’idea che solo l’orgasmo vaginale sia la norma crea tensioni nella coppia. Lascia la donna con un senso di frustrazione, mentre l’uomo si sente inadeguato. Ci sono diverse idee sbagliate sull’orgasmo femminile. Raramente una sveltina vaginale è il modo migliore per raggiungere il “grande O” 

Lisa Paz, sessuologa e terapista matrimoniale a Miami, Florida.

.

Mito n°6: Il sesso dovrebbe essere super eccitante fin dall’inizio.

Molti dei miei clienti in fase di frequentazione credono che la loro prima volta con un nuovo partner sarà indimenticabile. Succede solo in rari casi ma, più probabilmente, il sesso sarà nella norma. Per la maggior parte delle persone, la chimica sessuale si sviluppa col tempo e poi s’intensifica fino a raggiungere livelli da capogiro. Ecco perché il sesso formidabile richiede una conoscenza approfondita dell’altro, una conoscenza anche sessuale. Se fai sesso con una persona per la prima volta, ovviamente non sai cosa le piace, di cosa ha bisogno o come entrare in sintonia. Inoltre, sarete entrambi un po’ nervosi ed avrete molte aspettative sulla prestazione. La domanda più importante che devi porti quando inizi a frequentare qualcuno è: “Voglio rivedere questa persona?”. Se è stato tutto perfetto fin dall’inizio, potrebbe non esserci spazio per affiatarsi. Trovare l’intesa è ciò che lega davvero le persone.

Keeley Rankin, sessuloga di San Francisco, California.

.

Mito n°7: Se usate il lubrificante significa che non siete davvero eccitati.

Sbagliato. Il lubrificante è tuo amico. Ma ha una cattiva reputazione. Però, in tutta onestà, un po’ di lubrificazione in più è di grande aiuto. Si pensa erroneamente che se lei è eccitata, si bagnerà naturalmente. Ma a volte l’eccitazione può essere più emotiva che fisica ed usare del lubrificante è un ottimo modo per dare inizio al divertimento.

.

Mito n°8: una relazione non può sopravvivere al calo del desiderio sessuale.

Ciò che preoccupa di più le coppie che ricorrono alla terapia è la differenza nel desiderio: quando uno dei partner vuole far sesso più spesso dell’altro.  Non mi sono ancora imbattuta in una coppia che, dopo tanti anni di relazione riporta gli stessi livelli di frequenza nell’appetito sessuale, perciò le discrepanze nelle rispettive libido non porteranno al fallimento della vostra relazione. La cosa importante è parlare col partner della cadenza con cui volete fare sesso. Dovete anche riconoscere che i vostri desideri possono essere diversi. Se il divario è troppo, è nel vostro interesse parlare con un professionista che possa aiutarvi ad appianare le differenze e concepire un buon piano affinché entrambi possiate ritenervi soddisfatti della frequenza dei rapporti”  Rankin.

 

da: HuffPost.usa  (Milena Sanfilippo)